21Mar 2019

8:00am-8:00pm

AIPD #downtour2019: andiamo?

“DownTour”, dal 21 marzo al 13 ottobre il camper di AIPD attraversa l’Italia.
Una “staffetta”in 37 tappe, in cui si avvicenderanno altrettanti equipaggi composti da due persone con sindrome di Down, un operatore e un familiare. Un viaggio che inizierà con la Giornata mondiale e finirà con la Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down.
Così AIPD celebra i suoi 40 anni. #DownTour2019

Partirà il 21 marzo (Giornata mondiale delle persone con sindrome di Down) da Roma e attraverserà l'Italia in 37 tappe, per concludersi il 13 ottobre (Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down), sempre nella capitale: un camper con un equipaggio che ad ogni tappa cambierà, ma che sempre sarà composto da due persone con sindrome di Down, un operatore e un familiare.
(https://aipd.it/…/DOWNTOUR2019-tappe-aggiornate8febbraio.pdf).

Si chiama “DownTour” ed è una delle iniziative principali organizzate dall'AIPD in occasione del suo 40° anniversario. Un viaggio per “mostrarsi”, innanzitutto, visto che in 40 anni soprattutto questo è cambiato: se prima la sindrome di Down non si vedeva, perché le persone restavano chiuse in casa, oggi queste si incontrano facilmente nelle strade, sui mezzi pubblici, a scuola e anche nei luoghi di lavoro. Perché le persone “con un cromosoma in più” non devono avere neanche un'opportunità in meno, ma devono poter esercitare la propria autonomia e le proprie potenzialità. E' quello che AIPD ripete da 40 anni e che oggi vuole ribadire, in occasione di questa importante ricorrenza, portando in giro per l'Italia questo camper dell'inclusione.

Il DownTour: come. Ogni tappa sarà un incontro e uno scambio di informazioni e di esperienze, ma anche un momento di socialità e convivialità. In ogni città in cui sosterà, il camper con il suo equipaggio animerà almeno un evento sul territorio: una dimostrazione sportiva, un evento gastronomico, una conferenza, una testimonianza di vita. Le persone con sD della località ospitante, sostenute dalla sede AIPD di riferimento, integreranno con propri interventi l’azione degli ospiti e li porteranno a conoscere la propria città ed il territorio circostante.

Il DownTour: dove. Il camper stazionerà in zone centrali e molto frequentate, dove distribuirà materiale informativo e sarà a disposizione di chi volesse conoscere più da vicino questo mondo. Sarà anche un'occasione per raccogliere fondi a sostegno dell'associazione: a fronte di una libera donazione, sarà distribuito un gadget ricordo del tour.

Il DownTour al Quirinale. I diversi equipaggi che si avvicenderanno sul camper, tappa dopo tappa, terranno un diario di testi e immagini, che alla fine del viaggio sarà consegnato al presidente della Repubblica Mattarella, al Quirinale che da ormai venti anni accoglie i ragazzi dell'associazione per tirocini di formazione al lavoro.

Perché il DownTour. Questo viaggio in camper lungo sei mesi vuole promuovere la piena inclusione sociale delle persone con sD e la loro partecipazione alla cittadinanza attiva, ma anche favorire una maggiore consapevolezza e capacità di autorappresentarsi delle persone con sD e delle loro famiglie. Intende inoltre sensibilizzare l’opinione pubblica, sia attraverso le iniziative locali sia attraverso la campagna mediatica nazionale che accompagnerà il tour. Infine, questo viaggio servirà a mostrare i volti, le storie e le capacità delle persone con sindrome di Down, in coerenza con l'impegno e il lavoro che da 40 anni AIPD porta avanti. «Oggi molte persone con sindrome di Down sono in grado di autorappresentarsi, di lavorare, di esprimere la loro opinione, ma esistono ancora tanti stereotipi. Vogliamo che il tour dia loro spazio per incontrare la gente e condividere risate, scoperte, tempo per conoscersi meglio. Sicuramente in questi 40 anni abbiamo fatto tanta strada, ma ci sono ancora situazioni tali per cui non si ha la stessa disabilità se si ha la sindrome di Down in un luogo o nell’altro», spiega Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD.

Hanno già offerto il proprio sostegno al DownTour la Papa Cioccolato e Confetti, Edizioni Centro Studi Erickson, la FrognRoll, l’ Associazione Italiana Chef.

40 anni di AIPD. L'Associazione Italiana Persone Down nasce il 2 gennaio 1979 a Roma da un piccolo gruppo di famiglie con il nome di Associazione Bambini Down (A.B.D.). Nel 1982 a Viterbo si forma la prima Sezione territoriale. Oggi le sezioni di AIPD sono 52, estese su tutto il territorio nazionale, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia. L'ultima è stata aperta all'inizio di febbraio a Tempio Pausania. La sede nazionale si trova a Roma. Fin dall'inizio, obiettivo dell'associazione è “portare allo scoperto” la sindrome di Down, che negli anni in cui l'AIPD nacque era ancora per lo più nascosta e invisibile. Sensibilizzare l'opinione pubblica sui diritti ma anche sulle potenzialità delle persone con sindrome di Down è il filo conduttore di questa storia lunga 40 anni. Accompagnare queste persone nello sviluppo di queste potenzialità, offrendo strumenti, capacità e opportunità è il lavoro che ogni giorno si svolge dentro le 52 sedi dell'associazione. «E’ grazie allo sforzo delle famiglie, dei volontari, degli operatori, ma soprattutto delle persone con sindrome di Down che siamo arrivati fin qui. Ma ancora vediamo di fronte a noi molti obiettivi possibili e necessari. E penso soprattutto ai bisogni degli adulti, dei più gravi e degli stranieri che rappresentano le nostre emergenze oggi» dice Paolo Virgilio Grillo, Presidente nazionale di AIPD.

06Apr 2019

8:00am-8:00pm

Gelato Festival 2019: la kermesse itinerante debutta a Firenze

Spegne dieci candeline e torna puntuale con l’inizio della bella stagione il Gelato Festival. La kermesse itinerante dedicata al dolce freddo simbolo del made in Italy debutta come di consueto a Firenze, sabato 6 e domenica 7 aprile.
Una due giorni golosa, da vivere tra assaggi, workshop, degustazioni e laboratori didattici allestiti in tre grandi food truck. Tra questi c’è il mitico “Buontalenti”, il laboratorio mobile di produzione di gelato più grande del globo, che prende il nome dall’architetto fiorentino che nel 1559 creò la prima ricetta di gelato, incaricato da Cosimo I di organizzare l’inaugurazione del Forte del Belvedere.
L’appuntamento con la tappa d’esordio della manifestazione è dalle 11 alle 19 in piazzale Michelangelo, dove saranno protagoniste le creazioni artigianali di 16 gelatieri in gara per poter proseguire il cammino che darà accesso alla finalissima mondiale del concorso, il Gelato Festival World Masters, in programma nel 2021. Quest'anno, in particolare, si celebreranno i 500 anni dalla nascita di Cosimo I e Caterina dei Medici, la cui storia è legata al mondo del gelato, "padrini" e amanti dei primi dolci freddi creati.
I primi 8 classificati, secondo la somma dei voti della giuria tecnica e della giuria popolare, parteciperanno al Carpigiani Day 2020, da cui emergeranno (in lizza con i vincitori del Carpigiani Day di quest'anno) i quattro rappresentanti italiani della finale del 2021.
Le altre tappe del Gelato Festival 2019?
Si prosegue con Roma, il 13 e 14 aprile a Villa Borghese, dove si confronteranno i 16 migliori chef gelatieri under 30 d’Europa, in gara per la “Next Generation”; Torino, 27 e 28 aprile; Milano, 4 e 5 maggio.

Poi? La kermesse si sposta all’estero: a Barcellona (25 e 26 maggio), a Berlino (1 e 2 giugno), a Boston (1-2 giugno), a Varsavia (8-9 giugno), a Vienna Baden (19 e 20 giugno) e a Londra (29 e 30 giugno). Mentre ad agosto la sfida all’ultima coppetta approderà negli Stati Uniti e, per la prima volta, in Giappone.
Cosa: Gelato Festival 2019 - prima tappa italiana
Quando: 6-7 aprile
Dove: piazzale Michelangelo, Firenze
Webgelatofestival.com

Di Mariarosaria Bruno il 21 marzo, 2019

30May 2019

8:00am-8:00pm

Girotonno | Dal 30 maggio al 2 giugno - Carloforte (Cagliari)

Edizione numero 17 per Girotonno, la manifestazione che ruota attorno alla cultura millenaria del tonno, in programma dal 30 maggio al 2 giugno a Carloforte, sull'isola di San Pietro, dove si trova una delle poche tonnare ancora attive d'Europa. Come di consueto, la kermesse prenderà vita tra show cooking, degustazioni, ricette da tutto il mondo, momenti di musica e di spettacolo. In calendario anche la Tuna Competition, con chef in gara provenienti da quattro Paesi.

14May 2019

8:00am-8:00pm

S.Pellegrino Creative Lab a Identità Golose Hub | 14 e 29 maggio

La primavera porta una nuova iniziativa all'insegna della fantasia e della creatività, i S.Pellegrino Creative Lab: quattro workshop gratuiti - che si terranno all'Hub di cucina internazionale di Identità Golose Milano - dedicati a chi ama condividere i propri momenti di convivialità e vuole confrontarsi con esperti di comunicazione e social network. Quattro appuntamenti tematici per apprendere nuove tecniche e "trucchi" del mestiere.
I primi due laboratori si terranno proprio a maggio: il workshop Scatto creativo e fotoritocco tenuto da Marta Pavia - consulente e formatrice del mondo digital - è in programma 14 maggio, mentre Federica di Nardo - lifestyle blogger - terrà l'incontro Prepararsi al viaggio: come scegliere cosa vedere e dove mangiare per sperimentare davvero cultura e tradizioni locali il 29 maggio (per iscriversi ai lab, inviare una mail a rsvp@magentabureau.it).

10May 2019

8:00am-8:00pm

Giardini Gourmet | 10-12, 17-19, 24-26 maggio - Parma

Un appuntamento che è diventato un cult della primavera a Parma, città creativa per la gastronomia Unesco. Ecco Giardini Gourmet, la kermesse diffusa in luoghi e spazi all'aperto normalmente off limits, che vengono appositamente aperti al pubblico per l'occasione, con percorsi culturali, artistici e gastronomici. In programma tutti i weekend di mese, a partire dal 10 al 12 maggio (fino all'1 e 2 giugno), degustazioni create ad hoc, tra prodotti tipici, sapori locali e note musicali che omaggiano Giuseppe Verdi e Arturo Toscanini. Quest’anno la manifestazione replicherà in autunno.

09May 2019

8:00am-8:00pm

Slow Fish | 9-12 maggio - Genova

Il mare come bene comune è il tema della nona edizione di Slow Fish, la manifestazione biennale targata Slow Food, dedicata al pesce e alle risorse marine. Appuntamento al Porto Antico di Genova, dal 9 al 12 maggio, con un ricco programma di show cooking, laboratori, ma anche cene stellate e spese gourmand all'insegna dei prodotti ittici. Una kermesse che vedrà coinvolti nelle diverse attività pescatori, produttori, chef, ricercatori e artigiani. Per una visione del mare a 360 gradi.

06May 2019

8:00am-8:00pm

TuttoFood | 6-9 maggio - Milano

Una delle fiere di settore più attese, TuttoFood, è di scena negli spazi di Rho Fiera Milano dal 6 al 9 maggio. Focus sul sistema agroalimentare, sul "saper fare" italiano e sul cibo di qualità, ma anche sulla capacità di evolversi, facendo innovazione. Tra le novità di questa edizione, TuttoWine, lo spazio dedicato al vino, ma anche le aree consacrate alle tradizioni nutrizionali, Tuttokosher e Tuttohalal, che evidenziano il carattere internazionale della manifestazione (che ospiterà più di 30 Paesi). Tra le novità ci sono anche le sezioni TuttoFrozen e TuttoSeaFood, dedicate al surgelato e al prodotto ittico.

06May 2019

8:00am-8:00pm

Seeds&Chips | 6-9 maggio - Milano

Parallelamente a TuttoFood, dal 6 al 9 maggio, negli spazi di Fiera Milano, a Rho, si svolge Seeds&Chips - The Global Food Innovation Summit. Un evento che è diventato un punto di riferimento internazionale nell'ambito dell’innovazione agroalimentare. Per l'occasione, sono attese decine di startup da tutto il mondo, ma anche centinaia di ospiti nazionali e internazionali, con un ricco palinsesto di conferenze, che arricchirà il programma della manifestazione. Nel corso del Summit verrà presentata Sustain&Ability, la piattaforma sorella di Seeds&Chips, mentre Alec Baldwin sarà lo speaker principale della prima giornata.

03May 2019

8:00am-8:00pm

Milano Food City | 3-9 maggio - Milano

Milano Food City è il fuorisalone di TuttoFood: la settimana ad alto tasso gourmet che coinvolge il capoluogo lombardo con tantissimi eventi diffusi. Ecco quindi degustazioni, show cooking e incontri tra arte, cibo e cultura in programma in diverse location cittadine. Il tema di questa edizione è “genio e creatività”, per analizzare il cibo non solo come nutrimento, ma anche come occasione di scambio, di arricchimento sociale e di confronto: un fil rouge che omaggia la figura di Leonardo da Vinci, in occasione dell'anniversario dei 500 anni della sua morte.
Tra gli appuntamenti, I piatti di Leonardo, il 7 maggio alle 13.00 a Palazzo Bovara, che coinvolgerà 100 chef italiani e stranieri riuniti per presentare le proprie rivisitazioni delle ricette risalenti all’epoca leonardesca, ma anche i laboratori consacrati alla scoperta delle tipicità e alla cultura dell'anti-spreco al farmers’ market coperto di Porta Romana, che per l'occasione dedica la settimana alle tendenze dal campo alla tavola. In piazza Duca d'Aosta, invece, è di scena l'International Pizza Festival, dal 3 al 5 maggio, con 60 pizzaioli e 20 forni sempre accesi, per mangiare la pizza napoletana a ogni ora, dalle 12 a mezzanotte. L'intero programma di Milano Food City è disponibile qui.

03May 2019

8:00am-8:00pm

Design del gusto al Moard | 3-5 maggio - Milano

Dal 3 al 5 maggio, al Palazzo del Ghiaccio di Milano è di scena il Moard, il salone dedicato al Moto Design. Per l'occasione, un intero percorso, Design del Gusto, verrà consacrato allo street food e ai nuovi talenti della gastronomia romana, con un ricco parterre di chef in trasferta dalla Capitale, che proporranno rivisitazioni di piatti della tradizione, concepiti in ottica anti-spreco.
Un'area - curata dallo chef Gabriele Ciocca del Lanificio Cucina di Roma - aperta a pranzo, a cena e dopocena, che riunirà con menu ad hoc i più promettenti chef under 30 della cucina romana, ribattezzati i "custom designer del food": da Daniele Pecci di Peppa&Nando a Matteo Carosi di Vittorio Spezie e Cucina, a Roberto Marziali di Graf. Al piano terra, spazio al cibo di strada, tra supplì, pizza con mortadella e cecine.

02May 2019

8:00am-8:00pm

Chef stellati all'hub di Identità Golose Milano | 2-31 maggio

Continuano gli appuntamenti stellati nell'hub di cucina internazionale di Identità Golose Milano (in via Romagnosi 3).
Dal 2 al 4 maggio spazio alla cucina di Christian e Manuel Costardi di Vercelli. I talentuosi fratelli, diventati famosi per gli squisiti risotti, oggi sono ormai una rassicurante certezza della ristorazione italiana. Tra i piatti da non pedere del menu, Risotto cotto con brodo di Grana Padano, mantecato con la parte grassa del Grana e ultimato con ghee (burro aijurvedico).
Si continua il 6 maggio con Josean Alija, uno degli interpreti più importanti dell'alta cucina basca che, da anni, rappresenta un’avanguardia gastronomica di grande fascino.
Il 7 maggio Alija si affianca a Riccardo Camanini, chef del Lido 84 di Gardone Riviera. Le due serate sono speciali anche nella formula: 8 portate, al prezzo di 100 euro a testa, vini esclusi, con unico orario di prenotazione alle ore 20.00.
L'8 maggio il protagonista sarà Davide Caranchini del ristorante Materia di Cernobbio (Como), giovane chef che riesce a sintetizzare in piatti golosi le influenze raccolte in giro per il mondo, tra contaminazioni, rivisitazioni di prodotti locali e valorizzazione dell'orto e delle erbe selvatiche.
Dal 9 all'11 maggio il mare pugliese arriva a Milano con il grande crudo di mare di Da Tuccino di Polignano a Mare (Bari). Spazio, quindi, allo chef Enzo Florio e a Vito Mancini, patron con Pasquale Centrone del ristorante che è sinonimo di pesce crudo di qualità.


Il 13 maggio a Identità Golose Milano si cucina per una buona causa: il ricavato della cena, infatti, andrà a favore del comitato Quelli del Ponte Morandi. Gli chef protagonisti saranno Marco Visciola (Il Marin di Eataly Genova) e Giorgio Servetto (Nove a Villa Della Pergola, Alassio, Savona).
Dal 15 al 18 maggio, in tavola tutto il sapore della Sicilia con Le Soste di Ulisse e gli chef Giovanni Santoro, Shalai Resort, Linguaglossa (Catania, 1 stella Michelin), Claudio Ruta, La Fenice, Ragusa (1 stella Michelin), Marco Baglieri, Crocifisso, Noto (Siracusa) e Nuccia Triscari, Antica Filanda, Capri Leone (Messina).
Dal mare alle magie alpine di Alessandro Gilmozzi (El Molin, Cavalese - Trento) maestro delle affumicature e dei sapori di montagna, protagonista dal 22 al 25 maggio. Ultimo appuntamento stellato del mese con lo chef Matteo Baronetto (Del Cambio, Torino): dal 29 maggio al 1 giugno potrete assaggiare le creazioni di uno degli chef più solidi e creativi d’Italia. Da circa cinque anni è tornato nella sua Torino per prendere il comando delle cucine di uno dei più antichi ristoranti al mondo, quel Del Cambio in cui Cavour aveva sempre il proprio tavolo riservato. E che grazie a lui ha sperimentato un vero e proprio “risorgimento”, merito del riuscito innesto tra la modernità delle precedenti esperienze creative dello chef e la valorizzazione della ricchezza presente e passata del territorio e della cucina piemontese. Per info e prenotazioni qui.

02May 2019

8:00am-8:00pm

Milano Food Week | 2-8 maggio - Milano

Nell'ambito di TuttoFood, il fuorisalone del cibo in calendario dal 2 all'8 maggio nel capoluogo lombardo, torna anche la Milano Food Week: il collettore di eventi diffusi che anima l'intera città, dal centro alle periferie, giunto al decimo compleanno. Una kermesse che si traduce in 40 chef coinvolti, 4 cucine attive (Stage Kitchen in piazza Duomo, Lifestyle Kitchen a CityLife, Fashion Kitchen al Brian&Barry Building e Young Kitchen allo IULM) e 10 tematiche affrontate, per un totale di oltre 100 eventi in programma, tra show cooking, aperitivi, incontri e degustazioni.

15Apr 2019

8:00am-8:00pm

Foodexp 2019: i foodchangers si incontrano a Lecce

Dal nord Europa alla Sicilia, arrivano i Food Changers. Appuntamento a Lecce dal 15 al 17 aprile nella dimora quattrocentesca Torre del Parco, per la prima edizione di Foodexp, evento dedicato alla ristorazione, alla cucina e all’hospitality con focus su cultura e territori.
Aperto al pubblico ideato e organizzato da Sinext di Giovanni Pizzolante in collaborazione con la giornalista Sonia Gioia, l'evento avrà come protagonista non il cibo in sè e per sè, ma il cibo come strumento per cambiare il mondo.
Foodexp: la mission
Riflettori puntati, quindi, non sullo spettacolo esausto dei cooking show, ma su storie, visioni e metodi applicati da cuochi, sommelier, produttori di cibo e di vinoper favorire la crescita collettiva e il benessere globale.
Si parlerà, quindi, della battaglia contro lo spreco di Massimo Bottura e Lara Gilmore, delle ricerche per proteggere la foresta amazzonica e le popolazioni indigene di Mater Initiative con Virgilio Martinez, passando per Cook the mountain e Cookin'Med, i progetti messi in opera da Norbert Niederkofler in Alta Badia e da Pino Cuttaia in Sicilia.

Corrado Assenza
Ci saranno anche i cuochi-custodi della montagna e del mare, perché FoodExp vuole essere il punto di raccordo di tutte le buone pratiche gastronomiche, rilanciando le parole d’ordine di una comunità planetaria che muove i passi nella stessa direzione, tentando di trasformare il mondo in un posto più ospitale, e più felice.

Franco Pepe

I food changers di Foodexp 2019
Ecco alcuni dei protagonisti che si daranno appuntamento a Lecce per Foodexp:
• Aimo Moroni (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano), ovvero il padre putativo di tutte le materie prime di memoria contadina e marinara, elevate al rango dell’alta cucina.
• Corrado Assenza (Caffè Sicilia, Noto – Siracusa), il pasticciere resiliente che ha riscritto la storia della pasticceria utilizzando gli zuccheri della frutta e della verdura, demolendo i confini fra dolce e salato.
• Riccardo Canella e David Zilber (Noma, Copenaghen), braccio destro e sinistro di Renè Redzepi nella ricerca della New nordic cuisine, la cucina che non c’era e che oggi dialoga alla pari, in termini di fama, con la Dieta Mediterranea.
• Franco Pepe (Pepe in grani, Caiazzo), ha riscritto la storia della pizza traguardandola nel futuro anteriore, capitanando la rinascita di un piccolo paese del Sud.
• Josko Gravner (Gravner vini, Oslavia – Gorizia), è il profeta del vino naturale, vinifica in recipienti di terracotta interrati, un processo di ritrovata osmosi naturale tra terra e uva, fra vignaiolo e natura.
• Vincenzo Donatiello (Piazza Duomo, Alba – Cuneo) voce della cucina di Enrico Crippa, già Miglior Sommelier Junior d’Italia, dal 2013 nella casa della famiglia Ceretto: il primo ingresso lo ha fatto che aveva 28 anni.
• Nino Rossi (Qafiz, Santa Cristina d’Aspromonte – Reggio Calabria), neo stella michelin calabrese
• Antonio Biafòra (Biafora, San Giovanni in Fiore – Cosenza)
• Caterina Ceraudo (Dattilo, Strongoli – Crotone)
• Luca Abbruzzino (Cava cuculera nobile - Catanzaro)
• Valentino Palmisano (Vespasia di Palazzo Seneca, Norcia - Perugia), il cuoco-simbolo della ricostruzione di Norcia dalle macerie del terremoto.
• Diego Rossi (Trippa, Milano)
• Francesca Barreca e Marco Baccanelli (Mazzo, Roma)
• i fratelli Vincenzo e Francesco Montaruli (Mezza Pagnotta, Ruvo di Puglia – Bari)

Le altre sezioni
Un segmento cruciale di FoodExp è dedicato all’ospitalità e alla formazione. Parleremo di hospitality management con gli uomini e le donne a capo delle migliori strutture ricettive in Italia e nel mondo. In cattedra saliranno i docenti delle scuole di formazione professionale dedicate al personale di sala e d’albergo, dove si allevano i professionisti dotati dello human touch che fa la vera differenza nell’ospitalità.
Il Premio emergente organizzato in collaborazione con Witaly sarà dedicato invece ai più giovani: gli under trenta di Puglia si cimenteranno nelle prove delle sezioni Chef emergente, Pizza chef emergente ed Emergente sala. I tre vincitori parteciperanno di diritto alle finali nazionali.

Cosa: Foodexp
Quando: dal 15 al 17 aprile
Dove: Torre del Parco, Lecce

27Mar 2019

8:00am-8:00pm

Basque Culinary World Prize 2019, al via le candidature

Puntare i riflettori sulla forza di cambiamento della gastronomia nella società. E' questo l'obiettivo della quarta edizione Basque Culinary World Prize 2019, il premio internazionale promosso dal Governo Basco e dal Basque Culinary Centre. Le nomine si aprono oggi e vanno presentate entro il 15 maggio da professionisti e istituzioni del settore, come giornalisti, studiosi, imprenditori, accademie e aziende, direttamente sul sito del Basque Culinary World Prize.
I candidati sono professionisti nel settore gastronomico, indipendentemente dalla cultura culinaria o nazionalità di origine.
Il tema del valore etico delle professioni gastronomiche è molto caro a Massimo Bottura, che, infatti, è tra i maggiori sostenitori dell'iniziativa e che l'anno scorso è stato presidente della Giuria che ha incoronato a Modena Jock Zonfrillo vincitore dell'edizione 2018 per il suo lavoro di riscoperta e salvaguardia del patrimonio gastronomico e culturale delle comunità aborigene dell’Australia.

La giuria del Basque Culinary World Prize 2019
La giuria interdisciplinare quest'anno sarà presieduta da Joan Roca (Spagna) e comprenderà, tra gli altri, Massimo Bottura, Gastón Acurio, Ferran Adrià, Michel Bras, Yoshihiro Narisawa ed Enrique Olvera, oltre ad accademici ed esperti gastronomici di fama internazionale.
Il vincitore sarà annunciato il 15 luglio a San Francisco durante un evento ospitato da Dominique Crenn e riceverà un premio da 100.000 euro da destinare in beneficenza.
“Sono orgogliosissimo di aver vinto il Basque Culinary World Prize 2018. Avere una giuria di pari per cui sento un enorme rispetto rende questo riconoscimento ancora più significativo" ha diciharato lo chef di origini italo-scozzesi Jock Zonfrillo, del ristorante Orana di Adelaide. “Il mondo della gastronomia sta esprimendo una grande forza di cambiamento e il Basque Culinary World Prize è uno strumento importante di questo movimento".

Joke Zonfrillo, vincitore dell'edizione 2018 del Basque Culinary World Prize

Nel 2017, invece, il Basque Culinary World Prize è andato alla colombiana Leonor Espinosa che con la sua fondazione FunLeo promuove la “Gastronomia per lo sviluppo”. Grazie ai piatti dei suoi ristoranti Leo e Misia a Bogotá crea un "anello di collegamento" fra la conoscenza ancestrale delle popolazioni indigene e afro-colombiane, le esigenze delle aree rurali e le opportunità e le nuove esigenze di gusto della città.
Origini italiane, nello specifico abruzzesi, per la vincitrice 2016 María Fernanda Di Giacobbe che con il suo Cacao de Origen, ha creato una rete di formazione, imprenditorialità, ricerca e sviluppo intorno al cacao come fonte di identità, cultura e benessere, offrendo opportunità a donne finanziariamente vulnerabili, che sono diventate delle microimprenditrici dell’industria del cioccolato.

05Mar 2019

8:00am-8:00pm

Le cene ad alta quota di CampZero In Tour | 5 - 29 marzo - Champoluc

Continuano le cene gourmet di CampZero, il primo Active Luxury Resort dedicato agli appassionati della montagna che offre esperienze immersive e altamente esclusive a Champoluc in Valle D'Aosta.

Appuntamento martedì 5 marzo per il primo di una serie di tre eventi in alta quota. Appuntamento in quota dalle 14.30 alla baita Campo Base, dalle 18.30 aperitivo a CampZero e dalle 20.30 cena al Summit Restaurant.

Si continua giovedì 21 marzo con la collaborazione di Perrier Jouet e dello chef stellato Flavio Costa. Appuntamento in quota dalle 14.30 alla baita Novez, dalle 18.30 aperitivo a CampZero e dalle 20.30 cena 4 mani al Summit Restaurant.

Evento finale venerdì 29 marzo con la collaborazione di Veuve Cliquot e Atelier de La Grande Dame con ospite una chef donna stellata a rappresentare l'Associazione. Appuntamento in quota dalle 14.30 alla baita L'Abri du Ski, dalle 18.30 aperitivo a CampZero e dalle 20.30 cena 4 mani al Summit Restaurant.

01Mar 2019

8:00am-8:00pm

Le cene dell'Hub di identità Golose | 1- 31 marzo - Milano

Continuano le cene all'Hub di Identità Golose e, questo mese, lo sguardo è davvero internazionale. La prima cena, infatti, sarà un "giro del mondo" grazie alla collaborazione con la catena Belmond che si occupa di offrire viaggi e soggiorni in alcune delle località più belle del mondo in America, Europa, Africa e Asia. L'1 e il 2 marzo, infatti, si troveranno eccezionalmente a cucinare insieme in via Romagnosi 4 chef di altrettanti ristoranti della catena: l’italiano Davide Bisetto dell’Oro del Belmond Hotel Cipriani di Venezia e Luís Pestana, originario dell’isola di Madeira, dove guida il William's del Belmond Reid's Palace. Con loro anche Roberto Toro del ristorante Otto Geleng del Belmond Grand Hotel Timeo a Taormina e Mimmo di Raffaele del ristorante Belvedere del Belmond Hotel Caruso a Ravello.

Si continua con un assaggio di Spagna con lo chef Juan Antonio Medina, che, dal 6 al 9 marzo cucinerà con il famoso jamón iberico Joselito. Nel settembre del 2016, infatti, la famiglia Gomez, fondatrice del brand, ha aperto un ristorante a Madrid, chiamato A’ Barra, subito premiato con una stella Michelin. Nella proposta dell’insegna c’è, su tutto, la materia prima, perché «senza tradizione non c’è avanguardia», come si scrive a chiare lettere nel prologo del menu.

Largo ai giovani dal 13 al 16 marzo con la cucina di Cristoforo Trapani, chef stellato de La Magnolia dell’Hotel Byron di Forte dei Marmi (Lucca).
Classe 1988 di Piano di Sorrento (Napoli) lo chef Trapani ha raccolto, in una manciata di anni dedicati alla cucina, esperienze molto importanti: Heinz Beck, Antonino Cannavacciuolo, Moreno Cedroni, Davide Scabin, Mauro Colagreco. Poi a Forte dei Marmi ha trovato lo spazio per esprimere fino in fondo il suo talento. La sua è una cucina nel contempo raffinata e di sostanza, che ha come primo obiettivo l’esaltazione del sapore puro di ogni ingrediente.Protagonista assoluta la pasta, in particolare quella secca, che Trapani propone anche in chiave dolce.

Nelle altre serate, sarà possibile degustare la carta firmata dagli chef Andrea Ribaldone e Alessandro Rinaldi con una vasta scelta che va dai classici di Identità Golose Milano, come lo Spaghettone Monograno Felicetti nelle varie declinazioni e la Milanese Identità, alle pizze di Franco Pepe, per concludere in dolcezza con i dessert di Gabriele Tangari. In più ogni settimana gli chef proporranno piatti inediti e "fuori menu".

26Jan 2019

8:00am-8:00pm

Finale mondiale del Bocuse d'Or | Lione dal 26 al 30 gennaio

Si avvicina la finale mondiale del Bocuse d'Or, la più grande competizione culinaria del mondo, organizzata in collaborazione con S.Pellegrino. L'appuntamento sarà Lione, in Francia, dal 26 al 30 gennaio 2019, all'interno della famosa fiera Sirha dedicata all'hotellerie e alla ristorazione. Sarà il giovane Martino Ruggieri a rappresentare l'Italia, mettendosi ai fornalli durante la prima batteria del 29 gennaio.

11Jan 2019

8:00am-8:00pm

Bionisiaco | Salerno dall'11 al 13 gennaio 

Oltre venti aziende e tre giornate da vivere col calice in mano, rigorosamente con vino biologico. Perché sarà proprio quest’ultimo il protagonista indiscusso di Bionisiaco, salone del vino biologico in programma nella Chiesa dell’Addolorata a Salerno, da venerdì 11 a domenica 13 gennaio. Biologico come buona pratica agricola e come scelta che guarda alla salute dei consumatori ed anche dell’ambiente. Il nome, che gioca con l’unione dei termini biologico e Dionisiaco, sottolinea il desiderio di unire il piacere di bere a riflessioni che guardano alla terra, al benessere ed alla sostenibilità.
Il salone, occasione per degustare più vini ed entrare in contatto con produttori ed addetti ai lavori, sarà aperto venerdì e sabato dalle ore 15 alle ore 22, mentre domenica prenderà il via alle ore 10 andando avanti ininterrottamente fino alle ore 20. Contemporaneamente si svolgeranno dei salotti, che permetteranno di approfondire le tematiche più importanti del settore vitivinicolo italiano e campano.
Info: Sito

09Jan 2019

8:00am-8:00pm

Identità Golose Hub | Milano dal 9 al 31 gennaio

Continua il viaggio nell'alta cucina all’interno dell'Hub internazionale di gastronomia di Identità Golose Milano. Dal 9 al 12 gennaio va in scena la cucina di Nicola Portinari de La Peca. Lo chef ci porterà alla volta di Lonigo, dove da oltre trent’anni prosegue la storia della famiglia Portinari e del loro ristorante, due stelle Michelin. La Peca, ovvero “l’impronta” (questo è il significato della parola in veneto), ha effettivamente lasciato il segno nella ristorazione vicentina, grazie ai ritratti del territorio dipinti con mano sincera dai fratelli Nicola, in cucina, e Pierluigi, in sala.
Dal 16 al 19 gennaio sarà la volta di Marco Stabile. All'Ora d'Aria, il ristorante stellato del quale Stabile è chef-patron, c'è gusto, tecnica, pensiero, complessità e tanta qualità. Un luogo che dimostra l'impegno costante nel promuovere la cucina regionale e italiana con fantasia, cultura e ricerca.
Dal 23 al 26 gennaio ai fornelli la nuova stella Michelin, Domingo Schingaro del ristorante Due Camini a Borgo Egnazia (Fasano, in provincia di Brindisi). Ha lavorato a fianco di Andrea Ribaldone a Identità Expo, poi il suo percorso è proseguito prendendo in mano la cucina del Due Camini, ossia l’indirizzo gastronomico del resort pugliese Borgo Egnazia, dove ha potuto dimostrare tutto il suo talento.
Cipolla alla Parmigiana di Domingo Schingaro del ristorante Due Camini a Borgo Egnazia - credit photo: Dutto
Dal 30 gennaio al 2 febbraio spazio a Valeria Piccini, chef del Da Caino a Montemerano (Grosseto). E' un'icona della gastronomia maremmana e, dopo molti anni di grande lavoro non si stanca di raccontare la sua terra, piatto dopo piatto. Premiata con due stelle Michelin dal 1999, lavora a fianco del compagno di una vita, Maurizio Menichetti. Il risultato è una tavola tra le più affascinanti d’Italia, in cui modernità e tradizione parlano la stessa, golosa, lingua.
Per info e prenotazioni: Identità Golose Milano

30Sep 2018

9:00am-8:00pm

Bio*Sagra for Kids • 30/09/2018

Domenica 30 settembre torna Bio*Sagra for Kids! Dalla mattina al tramonto, una giornata di beneficenza incredibile, immersi nella natura.
Oltre 60 chef e ristoranti di Roma e del Lazio cucineranno in un divertente percorso a tappe da godersi passeggiando in fattoria. Non mancheranno le tantissime attività per i più piccoli: labirinti di balle di paglia, bolle di sapone giganti, teatro, acrobati e musica. E poi, tanti laboratori creativi a cui potete iscrivere i vostri bambini: arte, cucina, lettura, natura.
Come sin dalla prima edizione della BioSagra for Kids, la raccolta fondi andrà a sostegno del Dipartimento di Scienze Neurologiche dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, con l’obiettivo di finanziare ogni anno un ricercatore che focalizzerà la propria ricerca sul ruolo terapeutico della Dieta Chetogenica nella cura dell’epilessia infantile.
Noi ci saremo, e voi?

Dove:  Via di Fioranello, 34 – Roma
Quando: 30 settembre 2018
Sito: https: www.biosagraforkids.it

30Jul 2018

7:00pm-11:30pm

CENA A PAESTUM CON BOTTURA, REITBAUER, ELVERFELD E PEPE | 30 LUGLIO 

Si concluderà con un'irripetibile cena tra i templi, il 30 luglio 2018, la raccolta fondi destinata agli scavi stratigrafici dell’antica Paestum.
L'evento, curato da LSDM - Le Strade della Mozzarella, vedrà protagonisti tre tra gli chef più noti al mondo ed uno dei maestri mondiali della pizza. Cucineranno infatti per l'occasione Massimo Bottura, lo chef del ristorante Steirereck di Vienna (2 stelle Michelin) Heinz Reitbauer, lo chef del Aqua at The Ritz-Carlton di Wolfsburg (tre stelle Michelin) Sven Elverfeld Franco Pepe della pizzeria Pepe in Grani.
«Crediamo fortemente che, in un Paese come l'Italia, la commistione e il lavoro sinergico di cibo e cultura siano fondamentali», sottolineano Barbara Guerra e Albert Sapere, ideatori e curatori de LSDM, «Questo evento ne è la riprova e ci auguriamo che iniziative del genere vengano replicate anche altrove per promuovere e valorizzare i tesori della nostra terra».
Ai sostenitori di questo progetto, che possono donare dagli 800 euro in su, sarà riservato uno dei 90 posti previsti per questa speciale cena estiva.

Cosa: Cena a Paestum con Bottura, Reitbauer, Elverfeld e Pepe
Dove: Paestum
Quando: 30 luglio 2018
Info: pae.fundraising@beniculturali.it

24Jul 2018

9:00am-9:00pm

Basque Culinary World Prize 2018: gli chef del mondo a Modena da Bottura

Il Basque Culinary Center ha in programma per il 24 luglio, presso il Collegio San Carlo a Modena, in occasione dell'VIII incontro del suo consiglio internazionale, un Simposio che riunirà chef, artisti, scrittori, registi cinematografici e scienziati, per discutere di diversi argomenti. quali cultura, scienza, arte e del loro legame più o meno stretto con la gastronomia,
L’evento annuale, dal tema “Trasformare la società attraverso la Gastronomia”, è organizzato con la collaborazione del Governo Basco e sarà presentato nella sua città dallo chef Massimo Bottura.
Basque Culinary World Prize 2018 a Modena
Interverranno nella città simbolo dell'eccellenza culinaria emiliana ed italiana nel mondo chef tra i più noti al mondo: da Michel Bras dalla Francia a Joan Roca dalla Spagna, da Andoni Luis Aduriz dalla Spagna a Gastón Acurio dal Perù, da Dominique Crenn dagli Stati Uniti a Yoshihiro Narisawa dal Giappone.
A loro si uniranno diversi altri illustri relatori di varie discipline per discutere di come la gastronomia sia ormai diventata a tutti gli effetti parte di un movimento sociale.
Per l'occasione, nel pomeriggio della stessa giornatà, verrà annunciato il  il vincitore del Basque Culinary World Prize, premio creato proprio dal Basque Culinary Center e dal Governo Basco per chef che operano per trasformare e migliorare la società attraverso il proprio operato nella gastronomia.
Tra gli speaker ci saranno inoltre l’artista francese JR, il regista americano di Chef’s Table David Gelb, la giornalista e scrittrice americana Ruth Reichl, la designer Ilse Crawford e lo storico britannico Bee Wilson.
Cosa: Trasformare la società attraverso la gastronomia - Simposio del Basque Culinary Center
Quando: 24 luglio 2018
Dove: Collegio San Carlo di Modena - Modena

14Jul 2018

8:00am-8:00pm

AVOCADO WEEK | 14-17 LUGLIO

Diciamolo pure: dell'avocado non ci stancheremo mai. Anche quest'anno ritorna infatti l'Avocado Week, l'evento che celebra questa burrosa bontà vegetale con mercatini, piatti e drink a base di avocado. Dal 14 al 17 luglio da East Market Diner a Lambrate previsti oltre 300 kg di frutti freschi direttamente dalla California che verranno declinati in gustose varianti tutte da provare. Tra guacamole, avocado toast, avocado burger e frullati freschissimi, ecco l'evento dell'estate 2018.
Qui trovate maggiori informazioni.

12Jul 2018

9:00am-9:00pm

SENTIERO GOURMET A LIVIGNO | 12 LUGLIO

Livigno: in programma per il 12 luglio la terza edizione di Sentiero Gorumet, l’inedito evento gastronomico che unisce alla valorizzazione delle tradizioni culinarie italiane e livignasche un’immersione totale nella natura della valle. Si tratta di un percorso enogastronomico che dall’Alpe Vago si snoda su cinque chilometri tra i boschi, lungo il quale i partecipanti potranno fare sosta in diverse postazioni allestite dall’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno. A ogni tappa si degusteranno diverse proposte di finger food e piatti della tradizione rivisitati, accompagnati da una selezione di vini valtellinesi: per gli amanti della montagna gourmet.
Qui per avere tutte le info e per iscriversi a Sentiero Gourmet 2018.

11Jul 2018

9:00am-9:30pm

CENE RELAIS CHâTEAUX | 11-12 LUGLIO

Continuano le cene di Relais & Châteaux che animano la penisola per una giusta causa. All'interno di Food for Change, manifestazione per la valorizzazione e l'alimentazione critica, previsti due appuntamenti. Il primo - in programma l'11 luglio - vedrà protagonista lo chef due stelle Michelin Vincenzo Candiano alla Locanda Don Serafino di Ragusa in Sicilia. Il 12 luglio ci spostiamo invece in provincia di Siena dove a Castelnuovo Berardenga chef Fabrizio Borraccino guiderà i propri ospiti in un percorso olfattivo con un focus sul Palio di Siena.
Qui trovate maggiori informazioni.

23Jun 2018

9:00am-8:00pm

Al Meni 2018: a Rimini il circo gastronomico firmato Bottura

Il 23 e 24 giugno 2018 torna a Rimini il circo dal sapore felliniano Al Meni, (che in dialetto romagnolo significa le mani, dal titolo di una poesia di Tonino Guerra). E sapore è proprio la parola più azzeccata per raccontare questo evento, ideato da Massimo Bottura, in cui dentro e fuori l'ampio tendone affacciato sul mare si incontreranno 12 chef stellati dell’Emilia Romagna e 12 giovani chef internazionali.
Per due giorni i cuochi saranno così impegnati a mescolare le proprie conoscenze e ricette fra showcooking, street food gourmet, gelati, prodotti contadini.
E se all'interno del circo i protagonisti dell'alta cucina prepareranno piatti stellati a prezzi accessibili, attorno alla grande tenda alcuni punti dedicati allo street food gourmet interpreteranno la cucina di strada con i migliori ingredienti emiliani e romagnoli. Presente anche una gelateria d'alto livello in cui chef potranno dare dimostrazione della propria creatività, affiancati dai maestri gelatieri della Carpigiani Gelato University.
Infine un suggestivo mercato delle eccellenze, tra produttori locali e presìdi Slow Food, si estenderà sul lungomare, dal tendone fino al porto della città romagnola.
Voglia di iniziare alla grande la vostra estate da foodlover? Questo e tanto altro ancora aspetta il pubblico alla prossima edizione di Al Meni.
Cosa: Al Meni
Quando: 23 e 24 giugno 2018
Dove: Rimini (evento diffuso)
Info: Sito

22Jun 2018

8:15am-8:00pm

Vespaiolona 2018, a Breganze la notte bianca (e rossa) nelle cantine

Venerdì 22 giugno 2018 torna a Breganze, in provincia di Vicenza, la Vespaiolona, notte bianca che si svolge tra grandi vigne e suggestive cantine, organizzata dall'associazione Strada del Torcolato e dal Consorzio Tutela Vini D.O.C. Breganze.
Saranno tredici le cantine dove si potranno degustare i vini: in ognuna di esse, oltre a pregiati calici in degustazione, sarà possibile provare particolari proposte gastronomiche e assistere a diversi spettacoli.
La proposta culinaria delle differenti realtà locali sarà particolarmente varia e quello che andrà a comporsi per chi decide di affrontarla sarà un vero e proprio tour nei luoghi dove nasce il vino: si inizia da bis di gnocchi, tagliata di manzo al rosmarino ed arrosticini alla brace da Transit Farm, si passa alla carne secca di Lusiana con il cappuccio viola della Macelleria Da Renato proposta da Bonollo Giuseppe e dai Vigneti dell'Astico.
Firmino Miotti proporrà poi i famosi hamburger di Bamburger Vicenza, mentre in Cantina Maculan si potrà gustare la frittura di pesce. Da Vitacchio Emilio verranno preparati lo spiedo di quaglie e un piatto rustico a base di formaggi e sopressa. Presso Le Vigne di Roberto la Macelleria Chemello di Mason servirà tagliata di bisteccona e tartare di angus al Torcolato mentre da IoMazzucato si potrà degustare il risotto al baccalà del Ristorante Faresin.
Non è finita: da Le Colline di Vitacchio ci sarà la tagliata di manzo al rosmarino con tortino di patate mentre in Cantina Beato Bartolomeo ecco il cartoccio di carne con polenta. All'azienda La Costa verranno serviti un'insalata di orzo con le verdure biologiche e dei piatti misti di affettati e formaggi, l'azienda Ca' Biasi proporrà un panino rustico con patate al salto. Da Col Dovigo si potrà scegliere tra lo spiedo misto, la pizza gourmet e un risotto con Suam e Torcolato.
Ancora, i ristoranti Bel Sit e La Cusineta proporranno maccheroni all'anitra in piazza Mazzini, la stessa da cui partiranno e faranno ritorno le navette per le cantine.
Tutti i piatti naturalmente saranno abbinati ai vini della D.O.C. Breganze: dall’autoctono Vespaiolo, nelle sue varianti fermo e spumante, ai rossi bordolesi, fine all'immancabile Torcolato.
Cosa: Vespaiolona
Quando: 22 giugno 2018
Dove: Breganze (evento diffuso in 13 location)
Info: Vai al sito

15Jun 2018

9:00am-11:30pm

Vinoforum - 15-24 giugno 2018

Vinòforum 2018: tante novità da non perdere
Torna nella Capitale “Vinòforum 2018 – Lo spazio del gusto”, la manifestazione enogastronomica che ogni anno registra un grande successo per quanto riguarda il numero di spettatori totali. Da martedi 15 a giovedi 24 giugno 2018 gli spazi di Vinòforum ospiteranno centinai di cantine vitivinicole e diversi ristoranti. Non mancheranno cene, show coking e lezioni didattiche grazie ai pizzaioli e agli chef che faranno parte dell’evento. La XV edizione si preannuncia piena di sorprese e di numeri da capogiro: oltre 500 cantine, 40 ristoranti, 120 piatti street gourmet, cene a 4 mani con grandi chef e maestri pizzaioli, più di 2500 vini da degustare, piatti stellati, pizza, fritti, carne, pesce, più di 60 chef stellati, 20 maestri pizzaioli, laboratori guidati da enologi ed esperti del settore più il classico fuori salone con tutti gli eventi della Roma Wine & Food Week.
Temporary Restaurant: ben 40 ristoranti proporranno la propria food experience con l’obiettivo di puntare alla qualità dei prodotti offerti. Si alterneranno ogni due giorni all’interno degli spazi della manifestazione con un’offerta molto eterogenea: una postazione di cucina dedicata alla carne ed una postazione dedicata al pesce. Non mancherà la pizza, che anche quest’anno sarà degustata in due versioni differenti: classica e fritta. Ogni ristorante proporrà 3 diverse portate con più di 100 ricette totali a fine manifestazione. Il vero piacere verrà fuori grazie all’abbinamento di tutti questi prodotti con gli innumerevoli vini presenti, dal rosso al bianco per finire al rosato.
The Night Dinner: ogni sera della manifestazione verrà presentata una cena preparata da un grande chef, per un totale di 10 cene totali, con posti limitati previa prenotazione. Sarà una vera e propria esperienza culinaria, favorita dal percorso filosofico scelto dallo chef dietro la sua proposta e dall’introduzione dei cocktail, preparati dai migliori bartender in circolazione, per allargare la multisensorialità del percorso enogastronomico.
Maestri in Cucina: grazie alla collaborazione tra Ferrarelle e Vinoforum, ogni sera verrà presentata la “cena a 4 mani”, grazie all’incontro tra 2 chef e 2 maestri pizzaioli, per un totale di 10 cene. Abbinamenti sorprendenti all’insegna dell’innovazione che potranno essere visti solo previa prenotazione.
Vinòforum Academy: ogni giorno verrà presentato questo spazio che darà risalto alla biodiversità del settore agroalimentare italiano grazie alla presenza di esperti, operatori e neofiti che lavorano per migliorare la gastronomia italiana.
Roma Wine & Food Week: anche quest’anno ci sarà il classico fuori salone che precederà la Fiera, con un ricco calendario di eventi che finiranno il giorno prima dell’inizio della manifestazione. Molti incontri in città dedicati alla cultura del vino e del cibo italiano promossi in scuole, librerie, gallerie d’arte, enoteche, ristoranti, boutique e scuole di cucina.
Il programma di Vinòforum 2018 a Roma
Il programma di quest’anno prevederà 10 giorni di degustazione, precisamente dal 15 al 24 giugno. Sarà possibile partecipare all’evento tutti i giorni dalla settimana. Gli orari d’ingresso previsti saranno:
•  Da domenica a giovedi: dalle 19:00 alle 24:00
•  Venerdi e sabato: dalle 19:00 alle 01:00

LOCATION

Lungotevere Maresciallo Diaz (angolo Via Mario Toscano)
Zona Farnesina  – Roma
ORARI
domenica – giovedì dalle 19,00 alle 24,00
venerdì – sabato dalle 19,00 alle 01,00
Tutti i biglietti possono essere acquistati direttamente al BOX OFFICE DELLA MANIFESTAZIONE a partire dalle ore 19 di ogni giorno oppure online.
I biglietti includono l’accesso alla manifestazione, bicchiere da degustazione con sacchetta, un carnet di n°10 degustazioni vino e la possibilità di partecipare agli eventi gratuiti previa prenotazione (i posti sono limitati).

11Jun 2018

8:00am-8:00pm

Bocuse d'Or: a Torino i 20 team europei pronti per la finale


Foto LeFotogrape

Dopo Norvegia, Svizzera, Belgio, Svezia e Ungheria, nel 2018 tocca all'Italia ospitare la selezione europea del Bocuse d'Or, il prestigioso concorso gastronomico internazionale.
L'11 e il 12 giugno 2018, in occasione del Gourmet Expoforum, l’Oval Lingotto di Torino ospiterà l'eccellenza del food globale ed in particolare i talentuosi concorrenti nell'ultimo passo prima di andare a Lione per la finale mondiale, che si svolgerà a gennaio 2019 durante il Sirha, il salone mondiale del business della ristorazione e dell’industria alberghiera.
Questa selezione continentale del Bocuse d'Or avverrà dopo quelle delle Americhe, in Messico, e Asia-Pacifico, a Guangzhou.
I 20 candidati europei faranno del loro meglio per convincere i giudici: solo dieci squadre accederanno alla finale francese del 2019. Con l'Italia, parteciperanno alla selezione torinese anche Polonia, Belgio, Islanda, Ungheria, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Francia, Svizzera, Regno Unito, Russia, Svezia, Croazia, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Bulgaria, Estoria, Turchia.

05Jun 2018

1:00pm-6:00pm

50 Best BBVA Scholarship

We are delighted to announce that applications are now open for the first annual 50 Best BBVA Scholarship, an exciting new opportunity for aspiring chefs from all around the world organised by The World’s 50 Best Restaurants and Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (BBVA).

The annual scholarship scheme will identify talented aspiring chefs and seek to develop their potential with the aid of internships or ‘stages’ in the kitchens of some of the world’s best restaurants.

For the inaugural scholarship in 2018, the recipient will be invited to work at Mugaritz in San Sebastian, Spain, and Atelier Crenn in San Francisco, USA over a three month period. He or she will also be flown to Spain to attend The World’s 50 Best Restaurants 2018 awards in Bilbao in June, where they will be presented on stage in front of the world’s leading chefs and media.

To be eligible for the 50 Best BBVA Scholarship, applicants must be over the age of 18 and have less than three years’ experience in a professional kitchen. The three-stage judging process will be overseen by the 50 Best team with input from host chefs Andoni Luis Aduriz of Mugaritz and Dominique Crenn of Atelier Crenn, as well as representatives from BBVA.

Full details of the terms and conditions of entry are outlined on the scholarship entry website.

We would like to invite you to share this information with anyone that you feel is eligible or may be interested in applying for the 50 Best BBVA Scholarship. The first stage of application involves a series of short questions followed by a letter of recommendation from the applicant’s current/previous employer, or a current/previous associate of their culinary school.

Students are invited to learn more and apply online via www.theworlds50best.com/scholarship where further details and Terms of Entry can also be found.

Regards,
The World’s 50 Best Restaurants
theworlds50best.com

04Jun 2018

9:00am-8:00pm

‪RELAIS & CHATEAUX - EXQUISITE FISH FOR THE WORLD OCEANS DAY‬

‪A giugno 2018 Relais & Chateaux celebra il World Oceans Day in partnership con Ethic Ocean. L'Oceano è un ecosistema fragile ed è costantemente danneggiato dalle industrie. Anche la pesca industriale porta numerosi problemi legati alle crescenti difficoltà lavorative dei pescatori locali. Tuttavia, promuovendo una pesca più etica, si potrebbe contribuire allo sviluppo economico locale, permettendo di offrire menù stagionali. In questo contesto, Relais & Chateaux, si pone l'obiettivo di proteggere le biodiversità marine e garantire la qualità dei prodotti per i propri clienti e le future generazioni. Per contribuire a creare un mondo migliore attraverso il cibo e l'ospitalità, gli chef di Relais & Chateaux, si impegnano a proteggere le specie marine. Festeggia così con noi il World Oceans Day e assapora un pescato sostenibile. ‬

‪Quando: dal 4 al 10 giugno 2018 (date variabili da dimora a dimora)‬
‪Sito: events.relaischateaux.com ‬

‪Dove:‬
‪Glenapp Castle - Regno Unito‬
‪Saint James Paris - Parigi - Francia‬
‪Chewton Glen - Regno Unito‬
‪Hotel Crillon Le Brave - Francia ‬
‪Die Sonne Frankenberg - Germania‬
‪Mallory Court Country House Hotel&SPA - Regno Unito‬
‪Villa Hammerschmiede - Germania‬
‪North Island Resort - Isole Seycelles‬
‪Longueville Manor - Regno Unito‬
‪Hotel Dollenberg - Germania‬
‪Clarance Hotel - Francia‬
‪Cliveden House - Regno Unito‬
‪Morwald Hotel am Wagram - Austria‬
‪Chateau de Rochegude - Francia‬
‪Auberge du Jeu de Paume - Francia‬
‪Hotel Schloss Durnstein - Austria‬
‪Otahuna Lodge - Nuova Zelanda‬
‪Hotel Wailea - USA‬
‪Dome Hotel & Spa - Lettonia‬
‪Les Maisons de Bricourt - Francia‬
‪Manois de Lan-Kerellec - Francia‬
‪Clayoquot Wilderness Resort - Canada‬
‪Wild Coast Tented Lodge - Sri Lanka‬
‪Zanzibar White Sand Luxury Villas & Spa - Tanzania‬
‪Zazu - Ecuador‬
‪Capofaro Locanda & Malvasia - Italia‬
‪Chateau Cordeillan-Bages - Francia‬
‪Huka Lodge - Nuova Zelanda‬
‪Chateaux de Brindos - Francia‬
‪Valldemossa Hotel & Restaurant - Spagna‬
‪Chateau Monfort - Italia‬
‪Landhaus Stricker - Germania‬
‪Hotel Parc Victoria - Francia‬
‪Hambleton Hall - Regno Unito‬
‪Relais San Maurizio - Italia‬
‪Hotel Orfila - Spagna‬
‪Hotel Copernicus - Polonia‬
‪Hardenberg BurgHotel - Germania‬
‪Lympstone Manor Hotel - Regno Unito‬
‪Tennerhof Gourmet & Spa de Charme Hotel - Austria‬
‪L'Albereta - Italia ‬
‪Camp Jabulani - Sudafrica‬
‪Monte-Carlo Beach - Francia ‬
‪Quadrille - Polonia‬
‪Hotel Schloss Seefels - Austria‬
‪Saison - USA‬
‪Athol Place Hotel & Villa - Sudafrica‬
‪Casa Velha do Palheiro - Portogallo‬
‪Park Hotel Egerner Hofe - Germania‬
‪Cobblers Cove - Barbados‬
‪Avaton Luxury Villas Resort - Grecia‬
‪Idle Rocks - Regno Unito‬
‪The Little Nell - USA ‬

01Jun 2018

9:00am-4:00pm

S.Pellegrino Young Chef 2018

Vuoi essere il nuovo S.Pellegrino Young Chef? Le candidature sono aperte

Chiamata per tutti i giovani chef! Sei un giovane chef professionista con un signature dish in grado di farti vincere? Vuoi avere la possibilità di partecipare a una competizione mondiale, seguito personalmente da uno dei migliori chef al mondo? Candidati subito online per S.Pellegrino Young Chef 2018.
In questa nuova edizione del contest gastronomico internazionale, S.Pellegrino offrirà ai migliori young chef al mondo maggiori opportunità per aumentare le loro competenze grazie al sostegno di un top chef, oltre alla possibilità di incrementare la loro visibilità professionale.
Chef di tutto il mondo, di 30 anni o meno, con almeno un anno di esperienza professionale, siete invitati a gareggiare con il vostro signature dish che sarà valutato da una giuria di sette tra gli chef più conosciuti al mondo e che alla fine decreteranno il vincitore di S.Pellegrino Young Chef 2018.
La spettacolare edizione dell’anno scorso ha visto più di 3000 giovani chef professionisti da tutto il mondo, e lo statunitense Mitch Lienhard, seguito dal suo mentore Dominique Crenn, vincere il prestigioso titolo: “Finora l’esperienza ha regalato molti momenti indimenticabili, e ringrazio per i risvolti che questo titolo avrà sulla mia carriera".
Ecco tutte le informazioni e gli step di S.Pellegrino Young Chef 2018. Candidati online con il tuo signature dish, e inizia subito il tuo viaggio gastronomico internazionale.

STEP 1 – REGISTRAZIONE ONLINE
Dal 1 febbraio al 30 aprile 2017, i giovani chef di tutto il mondo, di 30 anni di età al massimo, avranno la possibilità di candidarsi con il loro signature dish. Controlla il regolamento aggiornato della gara per verificare la tua idoneità.
L’inglese sarà la lingua ufficiale durante la competizione e la Finalissima, in modo da velocizzare le procedure.
La candidatura di quest’anno può essere effettuata in diverse lingue, tra cui:
• Francese
• Italiano
• Spagnolo
• Mandarino (Solo per la Cina, l’iscrizione completa può essere inviata in cinese mandarino a: sanpellegrinoYoungChefChina@waters.nestle.com)

STEP 2 – SELEZIONE DEI FINALISTI LOCALI
Dal 1 giugno, tutti i candidati risultati idonei saranno suddivisi in 21 aree regionali in base alla propria provenienza. Le candidature saranno valutate da ALMA, la scuola internazionale di Cucina Italiana per l’educazione e la formazione, che selezionerà i 10 migliori semifinalisti per ogni area geografica, secondo le cinque “Golden Rules”:
a. INGREDIENTI: capacità di selezionare i migliori ingredienti sul mercato, in termini di qualità, freschezza e unicità, per raggiungere l’eccellenza del gusto.
b. ABILITÀ: lavorare con materie prime e trasformarle in un piatto che ne rispetti l’essenza originaria.
c. GENIO: abilità di esplorare prospettive inedite e innovative rispetto alla cultura dell’alta cucina, con uno stile personale e contemporaneo, mantenendo sempre un perfetto equilibrio di sapori.
d. BELLEZZA: presentazione del piatto, in grado di dare un miglioramento estetico al contenuto.
e. MESSAGGIO: abilità di trasmettere un messaggio chiaro attraverso il proprio lavoro e la propria visione.

STEP 3 – LOCAL COMPETITIONS 2017 
Dal 7 giugno al 31 dicembre 2017 i dieci semifinalisti selezionati per ognuna delle 21 aree geografiche si affronteranno in un round di semifinali locali; ogni area ospiterà competizioni live. Nel corso di questi eventi, i semifinalisti prepareranno i loro signature dish per una esclusiva giuria locale, composta da top chef che valuteranno il piatto sulla base delle cinque Golden Rules e selezioneranno il vincitore.
Entro la fine di dicembre 2017, saranno annunciati i 21 young chef finalisti, che in seguito raggiungeranno Milano per la finale mondiale.
Ad ogni finalista sarà assegnato uno chef mentore (un membro della rispettiva giuria locale), che farà da guida su come ottimizzare i signature dish e assisterà nella preparazione delle finali.

STEP 4 – LA FINALISSIMA DI S.PELLEGRINO YOUNG CHEF 2018 
A giugno 2018 tutti i 21 young chef finalisti si ritroveranno a Milano per la Finalissima, ospiti di S.Pellegrino. Gli chef si contenderanno il titolo di S.Pellegrino Young Chef 2018, e il vincitore sarà selezionato dai “7 Saggi”, una giuria internazionale composta da 7 rinomati chef.
Segui tutte le novità sui nostri canali social con #SPYoungChef.

Attenzione: le date potrebbero variare in caso di necessità

24May 2018

8:00am-7:30pm

Girotonno 2018: a Carloforte si celebra il tonno con gli chef dal mondo

A Carloforte, piccola e caratteristica isola sarda, il tonno è nuovamente protagonista con l'edizione 2018 di Girotonno da giovedì 24 a domenica 27 maggio.
In Sardegna tanti eventi incentrati sul pregiato pesce pescato da sempre nell'isola, su tutti la sfida tra chef provenienti da 8 paesi del mondo (dalla Francia alla Lituania, da Malta alla Russia), che gareggeranno preparando ricette a base di tonno cotto e crudo e verranno votati da una giuria di esperti, presieduta da Enzo Vizzarri, assieme ad una giuria popolare, composta dai visitatori della manifestazione che possono acquistare il biglietto di partecipazione (15 euro le semifinali, 20 euro la finale).
Tra gli altri appuntamenti della rassegna dedicata alla valorizzazione dell’antica cultura di tonni e tonnare, che giunge quest'anno alla sua XVI edizione, anche numerosi cooking show di grandi chef italiani, momenti di approfondimento, concerti gratuiti, degustazioni e un mercato agroalimentare locale.
Tra i partecipanti, vedremo a Girotonno 2018 Andrea Aprea, due stelle Michelin del ristorante Vun dell’hotel Park Hyatt a Milano; Andrea Berton, una stella Michelin dell’omonimo ristorante a Milano; ancora il bistellato Matteo Metullio, il più giovane chef italiano ad avere conquistato la stella Michelin, del ristorante La Siriola di San Cassiano. Presenti inoltre alcuni volti della tv: da Giorgione, protagonista della serie Giorgione, Orto e Cucina, allo chef e attore italo-americano Andy Luotto.
A Carloforte anche il maestro Haruo Ichikawa e lo chef Lorenzo Lavezzari, vincitori dell’ultima edizione dell’evento.
Cosa: Girotonno
Quando: dal 24 al 27 maggio 2018
Dove: Carloforte (Carbonia Iglesias) - evento diffuso
Info: Sito, Pagina Facebook

23May 2018

9:00am-8:00pm

LSDM | 23-25 MAGGIO 2018

Foto Melanzana di Angelo Sabatelli | Foto: Donato Gasparro

aL'attesissimo appuntamento con la gastronomia all'italiana sta arrivando. Dal 23 al 25 maggio nella sorprendente cornice naturale di Paestum con la sua archeologia millenaria ritorna LSDM - Le Strade della Mozzarella, la manifestazione creata da Barbara Guerra e Albert Sapere, che col tempo è diventata molto più che un semplice convegno sulla mozzarella. Due giorni di dibattiti, sperimentazioni e confronto in un evento il cui merito è stato - e continua ad essere  - quello di aver aiutato alla diffusione e alla valorizzazione del sud Italia, dei suoi prodotti e della tradizione partenopea nel mondo.
Qui trovate maggiori informazioni.

LE STRADE DELLA MOZZARELLA - PROGRAMMA
23 maggio 2018
Sala Blu

Ore 10.45 Inaugurazione Eat well and stay well – Albert Sapere e Barbara Guerra
Ore 11.00 Joshua Pinsky – Momofuku Nishi, New York (USA)
Ore 12.15 Heinz Beck – La Pergola, Roma
Ore 13.45 Daniel Berlin – Daniel Berlin Krog, Skåne Tranås (Svezia)
Ore 15.00 Francesco Sposito – Taverna Estia, Brusciano

Ore 16.15 Andrea Aprea – VUN, Milano
Ore 17.45 Aylin Yazicioglu – Nicole Restaurant, Instanbul, (Turchia)

Ore 18.15 Salvatore Tassa – Colline Ciociare, Acuto
Sala Rossa

Ore 11.45 Angelo Sabatelli – Angelo Sabatelli Ristorante, Monopoli
Ore 13.00 Lorenzo Cogo – El Coq, Vicenza

Ore 14.15 Philip Rachinger – Mühltalhof, Neufelden (Austria)
Ore 15.45 Corrado Assenza – Caffè Sicilia, Noto
Ore 17.00 José Avillez – Belcanto, Lisbona (Portogallo)
Ore 19.00 Franco Pepe – Pepe in Grani, Caiazzo; Gino Sorbillo – Gino Sorbillo ai Tribunali, Napoli; Francesco e Salvatore Salvo – Francesco & Salvatore Salvo, San Giorgio a Cremano; Enzo Coccia – Pizzaria La Notizia, Napoli; Simone Padoan – I Tigli, San Bonifacio
Taste Club

Atelier La Pasta Secca nella ristorazione d’autore in collaborazione con Pastificio dei Campi

Ore 12.00 Errico Recanati – Ristorante Andreina, Loreto
Atelier Think Green in collaborazione con D’Amico
Ore 12.45 Cristian Torsiello – Osteria Arbustico, Capaccio Paestum
Atelier La Cucina delle Acidità in collaborazione con De Nigris
Ore 13.15 Luigi Salomone – Piazzetta Milù, Castellammare di Stabia
Atelier La Pasta Secca nella ristorazione d’autore in collaborazione con Pastificio dei Campi
Ore 14.00 Domenico Stile – Enoteca La Torre A Villa Laetitia, Roma
Atelier La Pasta Fresca nella ristorazione d’autore in collaborazione con Divine Creazioni
Ore 14.45 Paolo Gramaglia – Ristorante President, Pompei
Atelier La Cucina delle Acidità in collaborazione con De Nigris
Ore 15.15 Pasquale Palamaro – Indaco, Lacco Ameno
Atelier Frienn Magnann in collaborazione con Olitalia
Ore 16.00 Pasquale e Gaetano Torrente – Ristorante Al Convento, Cetara
Atelier Think Green in collaborazione con D’Amico
Ore 16.45 Peppe Stanzione – Le Trabe, Capaccio Paestum
Atelier La Mozzarella di Bufala Campana DOP nella ristorazione d’autore in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana
Ore 17.15 Saverio Sbaragli – Tosca, Ginevra (Svizzera)

24 maggio 2018
Sala Blu

Ore 11.00 Roberto Petza – S'Apposentu di Casa Puddu, Siddi
Ore 12.15 Mauro Colagreco – Mirazur, Mentone (Francia); Agostino Iacobucci - Agostino Iacobucci restaurant
Ore 13.45 Mateu Casañas, Oriol Castro e Eduard Xatruch – Disfrutar Barcelona, Barcellona (Spagna)
Ore 15.00 Rosanna Marziale – Le Colonne, Caserta
Ore 16.15 Andrei Shmakov – Metropol, Mosca (Russia)
Ore 17.45 Jonathan Goldsmith – Spacca Napoli, Chicago (USA)
Ore 18.15 Matthew Kenney – Mathew Kenney’s Vegan Pizzeria 00 + Co, New York (USA)
Sala Rossa

Ore 11.45 Sergio Bastard – Casona del Judío, Santander (Spagna)
Ore 13.00 Fina Puigdevall – Les Cols, Olot - Girona (Spagna)
Ore 14.15 Ana Roš – Hiša Franko, Kobarid (Slovenia)
Ore 15.45 Ivan e Sergey Berezutskiy – Twins Garden, Mosca (Russia)
Ore 17.00 Tim Butler – Eat Me Restaurant, Silom - Bangkok (Thailandia)
Ore 19.00 Peppe Guida – Antica Osteria Nonna Rosa, Vico Equense; Faby Scarica – Villa Chiara -orto&cucina - Vico Equense; Alba Esteve Ruiz – Marzapane Roma, Roma
Taste Club

Atelier La Mozzarella di Bufala Campana DOP nella ristorazione d’autore in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana
Ore 12.00 Viviana Varese – Alice Ristorante, Milano
Atelier La Cucina delle Acidità in collaborazione con De Nigris

Ore 12.45 Sakai Fumiko – Il Bikini, Vico Equense
Atelier La Pasta Fresca nella ristorazione d’autore in collaborazione con Divine Creazioni
Ore 13.15 Luciano Villani – La Locanda del Borgo, Telese Terme
Atelier Frienn Magnann in collaborazione con Olitalia

Ore 14.00 Pasquale e Gaetano Torrente – Ristorante Al Convento, Cetara
Atelier La Cucina delle Acidità in collaborazione con De Nigris
Ore 14.45 Salvatore La Ragione – Mammà Restaurant, Capri
Atelier Think Green in collaborazione con D’Amico
Ore 15.15 Alfonso Caputo – Taverna del Capitano, Nerano
Atelier Frienn Magnann in collaborazione con Olitalia
Ore 16.00 Marco Stabile – Ora D’Aria Ristorante, Firenze
Atelier Think Green in collaborazione con D’Amico
Ore 16.45 Edoardo Fumagalli – Locanda del Notaio, Pellio Intelvi
Atelier La Pasta Secca nella ristorazione d’autore in collaborazione con Pastificio dei Campi
Ore 17.15 Stefano Di Giosia – Ristorante Tosto, Atri

Le Strade della Mozzarella Paestum #LSDM
23 e 24 maggio 2018
Savoy Beach Hotel
lsdm.it

19May 2018

9:00am-8:00pm

TERROIR MARCHE | 19-20 MAGGIO 2018

Foto: Mario Dondero
Terroir, parola mai come in questo periodo abusata, descrive un territorio dove le naturali condizioni fisiche e chimiche, insieme al clima permettono la realizzazione di un vino specifico e identifica univocamente i paesaggi e i territori italiani. Terroir è anche il nome scelto per il Terroir Marche Festival, un appuntamento giunto ormai alla quarta edizione in programma nei giorni 19 e 20 maggio 2018 a Macerata. Nato come occasione di cambio e confronto tra 18 produttori vitivinicoli biologici della regione, dalla seconda edizione l’evento si è aperto al gemellaggio per ospitare altri produttori biologici italiani e stranieri per avviare un dialogo continuo in quelle Marche così poliedriche e tanto care a intellettuali e pensatori, uno su tutti il fotografo Mario Dondero. Tra degustazioni, verticali e momenti ludici, Terroir Marche Festival è un appuntamento da non perdere e una scusa perfetta per un fine settimana fuori porta.
Qui trovate maggiori informazioni.

12May 2018

9:00am-8:00pm

Gourmandia 2018, in Veneto tre giorni di eccellenze gastronomiche

Torna Gourmandia, la tre giorni dedicata al cibo ideata da Davide Paolini. Dal 12 al 14 maggio 2018 all'Ex Filanda di Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, la terza edizione della manifestazione porterà nuovamente in scena il mondo degli artigiani del cibo, che, oltre a presentare i propri prodotti, prenderanno parte ad incontri, dibattiti, show cooking.
Non mancheranno nomi autorevoli della cucina italiana: a partire da sabato 12 maggio si parlerà di ricerca e di innovazione con Matteo Pisciotta, chef del ristorante Luce di Villa Panza e ideatore di Jarit a Milano; Davide Scabin, chef del Combal.zero di Rivoli e Giuliano Baldessari, chef del ristorante Aqua Crua di Barbarano Vicentino. Presenzierà inoltre Enrico Bartolini, lo chef italiano con il maggior numero di stelle.
L'evento, con ingresso a pagamento (10 euro), è aperto al pubblico.
Cosa: Gourmandia
Quando: dal 12 al 14 maggio 2018
Dove: Ex Filanda di Santa Lucia di Piave - Treviso
Info: Sito

12May 2018

9:00am-8:00pm

The Vegetarian Chance 2018: il concorso che parla veg

"Mangia la foglia, salva il pianeta": è questo il tema della quinta edizione de The Vegetarian Chance, la competizione internazionale di alta cucina vegetariana creata da Pietro Leemann, chef stellato del ristorante Joia insieme al giornalista Gabriele Eschenazi nel 2014 con l'intento di alimentare la diffusione della cucina vegetariana.
Un evento che si riallaccia anche a molte delle attività previste il 12-13 Maggio 2018 alla Fabbrica del Vapore a Milano e che intendono sottolineare il rapporto inscindibile che intercorre tra cambiamenti climatici e produzione di alimenti.
THE VEGETARIAN CHANCE: IL PROGRAMMA
Parola chiave de The Vegetarian Chance è la sostenibilità, concetto che si vuole rendere una realtà concreta e da cui partire per guardare con occhio critico e 'responsabile' all'ambiente. L'alimentazione consapevole è anche il focus intorno a cui ruoterà la Maratona veg condotta da Gabriele Eschenazi, che prevede testimonianze e facts ispirati alla frase fatta, mai come oggi così attuale, "Non ci sono più le stagioni di una volta".
Tra i momenti da segnare in agenda, spiccano due interventi di Neal Barnard. Fondatore del Physicians Committee for Responsible Medicine, un’organizzazione americana non profit la cui mission è quella di promuovere l’importanza della medicina preventiva, Barnard sarà protagonista del Barnard picnic basket. Il primo, previsto sabato 12 alle ore 13:00, sarà un momento di condivisione gastronomica partendo da ricette dello stesso Barnard, che verranno spiegate al pubblico. Il secondo momento, sempre sabato 12 maggio alle ore 14:30 sarà insieme a Pietro Leemann e Jenny Sugar. In quest'occasione Barnard illustrerà le sue teorie e le sue iniziative che si muovono in direzione della "medicina responsabile".
Previsti inoltre dibattiti e tavole rotonde, uno su tutti quello di sabato 12 Maggio, con interventi di esponenti di spicco di Greenpeace e Slow Food. Da non perdere anche l'incontro con il filosofo e scrittore Leonardo Caffo, che porterà alla Fabbrica del Vapore il suo approccio poliedrico al tema de The Vegetarian Chance. Caffo, siculo di nascita e milanese di adozione, oltre ad aver scritto per il teatro e curato mostre di arte contemporanea, ha fondato uno spazio inusuale e curato nei minimi dettagli: si tratta di Walden, un caffè letterario aperto da poco a Milano, dove libri, eventi e cibi rivoluzionari sono i veri protagonisti.
Manca meno di un mese al termine ultimo per iscriversi (l'ultima chiamata è prevista il 28 Febbraio 2018). Vale la pena farci un pensierino.
The Vegetarian Chance
12-13 Maggio 2018
Fabbrica del Vapore - Milano
thevegetarianchance.org

07May 2018

9:00am-8:00pm

MILANO FOOD CITY | 7-13 MAGGIO 2018

Foto: flickr.com/ Pablo Fernàndez
Dopo la Design Week, giusto il tempo di un meritato riposo e si ricomincia: ritorna infatti la Milano Food City, la settimana dedicata al food e alla cultura che gravita intorno a uno dei beni primari più preziosi. Tantissimi gli appuntamenti e le iniziative che intendono promuovere un approccio critico al mondo enogastronomico, che si inserisce nelle più ampie celebrazioni indette in occasione dell'anno del cibo italiano nel mondo, perché quello che mangiamo acquisti più valore.
Qui trovate maggiori informazioni.

06May 2018

9:00am-7:30pm

FoodGraphia • 6-27 MAGGIO 2018

Quando le foto di cibo diventano arte
Cavoli, agrumi, chiodi di garofano e pesce... A Legnano, presso la Pinacoteca del Castello Visconteo, il cibo diventa arte con FoodGraphia. Dal 6 al 27 maggio 2018, la mostra, dedicata della Food Art & Photography e promossa da ShootFood, vuole spostare l’attenzione dal cibo visto semplicemente come elemento primordiale e renderlo protagonita della fotografia d'arte, che può essere applicata a qualsiasi elemento.
Tra gli autori presenti, Renato Marcialis con una sezione dedicata al suo progetto Caravaggio in Cucina; Patrizia Piga con una sezione dedicata al suo progetto Phantasmagorical; Paolo Della Corte, Claudio Dell'Osa, Andrea De Simon, Dario Mentesana, Andrea Sabatello e Guido Siviero con una selezione di opere dedicate al progetto De Cibo di ShootFood. Ancora Michele Annunziata, Sergio Bellotto, Alessandro Bordin, Angela Brucoli, Maristella Campolunghi, Vittoria Cannavale, Mario Cucchi, Paolo Dalprato, Cristiano La Mantia, Sandra Lazzarini, Laura Malaterra, Tomaso Marcolla, Maria Luisa Marsili, Antonio Nesti, Mauro Pezzotta, Giovanni Polizzi.
La rassegna, giunta alla seconda edizione ed inserita nel programma del Photo Festival di Milano, è curata da Gigliola Foschi.
Minimali o stravaganti, ecco una selezione di scatti d'artista presenti alla nuova edizione di FoodGraphia.

15Apr 2018

9:00am-8:00pm

Vinitaly 2018

La 52/ma edizione di Vinitaly è in programma dal 15 al 18 aprile 2018. Lo annuncia Veronafiere nel presentare il bilancio dell'edizione numero 51, appena conclusa.

La quattro giorni di business e promozione per il mondo vitivinicolo ha registrato quest'anno 128mila presenze da 142 nazioni. In crescita l'internazionalità del salone che quest'anno ha visto aumentare i top buyer stranieri accreditati che toccano quota 30.200 (+8% sul 2016), sul totale dei 48mila visitatori esteri. Vinitaly 2017, - commenta il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese -, rappresenta il primo e concreto passo del nuovo percorso di sviluppo che guarda al futuro dei prossimi 50 anni. I risultati premiamo la spinta verso una sempre più netta separazione tra il momento riservato al business in fiera e il fuori salone pensato per i wine lover in città. Proprio Vinitaly and the City quest'anno ha portato nel centro storico di Verona e nel comune di Bardolino oltre 35mila appassionati. L'obiettivo ora è continuare in questa direzione, forti dei nuovi strumenti messi a disposizione con la trasformazione in Spa di Veronafiere e dal piano industriale collegato da 100 milioni di euro, con investimenti mirati sulla filiera wine e sulla digital transformation".

"I numeri di questa edizione - spiega il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani -testimoniano la crescita del ruolo b2b di Vinitaly a livello internazionale, con buyer sempre più qualificati da tutto il mondo. Basta guardare alla top ten delle presenze degli operatori stranieri che mostrano incrementi da quasi tutte le nazioni: Stati Uniti (+6%), Germania (+3%), Regno Unito (+4%), Cina (+12%), Francia e Canada (stabili), Russia (+42%), Giappone (+2%), Paesi del Nord Europa (+2%), Olanda e Belgio (+6 per cento). A questa lista si aggiunge la buona performance del Brasile (+29%), senza dimenticare il debutto assoluto a Vinitaly di Panama e Senegal. Per quanto riguarda invece l'Italia, assistiamo ad un consolidamento degli arrivi da tutte le regioni del Paese".

Con più di 4.270 aziende espositrici da 30 paesi (aumentate nel complesso del 4% sul 2016, in particolare quelle estere, del 74%) Vinitaly si conferma dunque il più importante salone internazionale per il vino e i distillati.

14Apr 2018

8:00am-8:00pm

VINNATUR | 14-16 APRILE

A Villa Favorita si parla e si beve naturale con VinNatur. Due giorni di degustazioni per iniziare a conoscere o approfondire le vostre conoscenze di vini naturali. L'obiettivo? Riunire gli artigiani viticoltori italiani ed europei che a Villa Favorita - a Monticello di Fara di Sarego (VI) - condivideranno  tecniche ed esperienze per produrre vino in maniera naturale, sia in vigna che in cantina e parleranno di “terroir”. Ogni visitatore potrà incontrare e conoscere i produttori stessi, nonché acquistare direttamente dagli stessi il vino in degustazione.
Qui trovate maggiori informazioni.

12Mar 2018

8:00am-8:00pm

SETTIMANA DELLA BIRRA ARTIGIANALE | 12-18 marzo


Foto: Settimana della Birra Artigianale/FB

80 eventi, moltissimi gli aderenti all'iniziativa: la Settimana della Birra Artigianale sta tornando e, dal 12 al 18 marzo 2018, animerà alcune delle realtà più interessanti della ristorazione italiana. Da EDIT a Torino a Eataly a Roma, numerosissimi gli eventi in programma che celebreranno il luppolo in tutte le sue declinazioni. Non solo grandi centri metropolitani, la Settimana della Birra Artigianale coinvolge anche moltissimi locali delle province italiane. Una festa grande, insomma, che vale la pena di celebrare a dovere.
Dove: luoghi vari | Sito Web

10Mar 2018

8:00am-7:30pm

Taste Firenze 13 | 10 - 12 mar 2018

Il salone dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle.
Taste è il salotto italiano del mangiare bene e stare bene, dove si danno appuntamento i migliori operatori internazionali dell'alta gastronomia, ma anche il sempre più vasto e appassionato pubblico dei foodies.
Orario di mostra:
10 e 11 Marzo dalle 9.30 alle 19.30 - 12 Marzo dalle 9.30 alle 16.30

INGRESSO RISERVATO per operatori del settore orari dedicati!
sabato: dalle 9.30 alle 14.30. Dalle 14.30 la fiera apre anche al pubblico generico
domenica: dalle 9.30 alle 14.30. Dalle 14.30 la fiera apre anche al pubblico generico
lunedi: ingresso anche per il pubblico generico dalle 9.30 alle 16.30.

Per il Pubblico Generico:
sabato: dalle 14.30 alle 19.30
domenica: dalle 14:30 alle 19:30
lunedì: dalle 9:30 alle 16:30.

05Mar 2018

8:00am-8:00pm

MOMO NO HANA | 5-6 marzo

Momo No Hana è il fiore di pesco, che segna l'inizio della primavera. Nobu Milano, in occasione dell festività giapponese della fioritura di pesco, incontra Nobu Tokyo per un appuntamento imperdibile. Il 5 e il 6 marzo il Resident Chef di Nobu Milano, Antonio d’Angelo, aprirà le porte della sua cucina allo Chef di Nobu Tokyo, Takashi Wada: insieme creeranno un menu inedito per due cene indimenticabili. Fusion giapponese che incontra le suggestioni culinarie peruviane, declinate in un menu omakase di 8 portate: un botta e risposta di sapori, profumi e colori, un alternarsi di piatti scelti per offrire agli ospiti un percorso culinario unico e irripetibile. In abbinamento al nuovo menu, un cocktail creato ad hoc: si chiama Oriental Flower ed è un drink semi secco con spiccate note floreali che unisce i sapori orientali del Jinzu Gin a un Vermouth italiano.
Dove: Nobu Milano, via G. Pisoni, 1 | Sito Web

03Mar 2018

9:00am-8:00pm

LIVE WINE 2018 | 3-5 marzo

In concomitanza con Identità Golose, dal 3 al 5 marzo ritorna Live Wine, il salone dedicato al vino artigianale. Come di consueto, il Palazzo del Ghiaccio si animerà di produttori e iniziative per celebrare il nettare degli dei. Pagando il costo unico del biglietto (20 euro) avrete diritto al calice di degustazione e assaggi liberi. Per tutta la durata del salone, numerosi anche gli eventi off di Live Wine Night. Scoprite quali sono i locali che aderiscono all'iniziativa qui.
Dove: Palazzo del Ghiaccio, via G.B. Piranesi, 14 | Sito Web

03Mar 2018

8:00am-7:30pm

Identità Milano 2018: il Fattore Umano

Il Fattore Umano sarà il tema della prossima edizione, la 14esima, di Identità Golose Milano, dal 3 al 5 marzo 2018 al centro congressi di via Gattamelata. Il piatto simbolo è la pizza nelle interpretazioni di due grandi pizzaioli: La Scarpetta di Franco Pepe e l'Aria di Pane di Renato Bosco. Lo scatto è di Brambilla-Serrani

Il Fattore Umano, sarà questo il tema, il filo conduttore di Identità Golose 2018 a Milano, da sabato 3 marzo a lunedì 5. Viviamo un’epoca dove è più facile avere lo sguardo rivolto a uno schermo piuttosto che verso il viso di una persona, un tempo nel quale troppe cose, sul lavoro e nella vita privata, sono ricondotte a internet e alla freddezza di rapporti superficiali, dove si ha fretta per tutto e tutto viene ridotto a selfie e autoscatti spesso senza spessore. Tutti fotografi al punto che in rete i piatti troppo spesso piacciono perché belli quando in realtà, una pietanza deve risultare innanzitutto buona.
E questa incalzante spersonalizzazione dei rapporti tra le persone si riflette anche nella ristorazione, con una preoccupante omologazione anche a livello di alta cucina, dove gli autori hanno poco di loro da dire. Si registra un dilagare di piatti che fanno il verso a culture di altri paesi piuttosto che ai menù degli chef più importanti. E non per uno scambio di culture e di contaminazioni, ma per nascondere i propri limiti colorandoli con immagini rubacchiate qua e là. Invece di impegnarsi ad approfondire i propri punti di forza, si seguono tendenze e capricci nel timore di non cavalcare l’onda del momento.

Fateci caso: fino a un paio di anni fa il ceviche era pressoché sconosciuto, ora fa capolino in sempre più menù. Ha senso se prima impariamo tutto quello che sta a monte della preparazione regina della cucina peruviana. Ma quanti lo fanno?

E così il Fattore Umano vuole mettere al centro le relazioni umane, l’uomo-chef e tutti coloro che lo circondano sul lavoro, dalla cucina alla sala, al rapporto coi clienti e prima ancora artigiani e fornitori. Internet, nelle sue innumerevoli forme, ha permesso la condivisione di saperi, note, conoscenze, tecniche, ricette come solo dieci anni fa era inimmaginabile. Però resta un però. Lasciamo stare per una volta l’imbarbarimento delle relazioni sociali, il rispetto merce sempre più rara, la chiusura dilagante verso chi non è sulla nostra stessa sponda: quello che la rete non potrà mai offrire è proprio il fattore umano, la possibilità di un confronto faccia-a-faccia, il parlare al cliente, ma anche ai fornitori piuttosto che a chi lavora nel tuo locale.
È il momento, pur non rinunciando all’emozione per quello che c’è nel piatto, di portare, di spostare l’attenzione sul convivio, su quanto avviene attorno alla tavola, punti di incontro di mondi. Se vi è una cosa della quale possiamo essere sicuri è che anche tra dieci anni non potremo comperare la convivialità su internet, mai. La ristorazione rimarrà uno dei massimi centri di sviluppo delle relazioni umane.
Se tutto è a disposizione di tutti, se tecniche, idee e ingredienti non sono più “segreti dello chef”, anzi c’è una corsa a reclamizzarli per evidenziarne la paternità, cosa fa la differenza? La capacità delle persone di relazionarsi tra loro, rispettandosi e spronandosi a crescere e migliorarsi passo dopo passo. Il ristoratore che stabilisce un rapporto diretto e personale con un allevatore, un pescatore o un agricoltore, un casaro come un artista o un designer, trarrà vantaggio da queste relazioni perché i vari personaggi si sentiranno ben più motivati, protagonisti di un progetto globale e non semplice fornitori di un tassello che paghi e finita lì.

E lo stesso all’interno del locale. I cuochi e i ristoratori intelligenti e sicuri delle loro capacità eviteranno di mettersi in cima a una torre d’oro per ingigantire loro stessi e rimpicciolire che hanno accanto. Chef e cucina, cantina e camerieri si sentiranno parte importante e rispettata e, preso coscienza di questo, si impegneranno con ben altro spirito e attenzione perché al centro di un pranzo vi sia il piacere finale dell’ospite a tavola.
Nessuno negherà mai la forza trainante del leader, ma non bisogna più mettere al centro di ogni azione sempre e solo l’ego dello chef. Nessuno intende contestarne il ruolo, il peso di chi investe, fa impresa e imposta le linee guida, ma in una società che sarà, piaccia o non piaccia, sempre più multietnica e multiculturale, purtroppo anche con attriti e violenze, prima si capirà la forza del confronto e del rispetto e prima tutti ne trarranno giovamento.

02Mar 2018

8:00am-8:00pm

FIRENZE E CIOCCOLATO | 2-11 marzo

Il capoluogo toscano si fa dolcissimo e con un evento ormai consolidato dal 2 all'11 marzo prossimi intende celebrare il re dei dolciumi con show cooking e iniziative da non perdere. Si chiama Firenze e Cioccolato, si legge evento pilota, perché dopo 13 anni, Firenze e Cioccolato ritorna con una veste rinnovata, ma sempre dolcissima.
Dove: P.zza SS Annunziata, Firenze | Sito Web

25Feb 2018

8:00am-7:30pm

A Venezia per Gusto in Scena il 25 e 26 febbraio

Venezia torna a celebrare le eccellenze gastronomiche e i grandi vini, con Gusto in Scena, in programma domenica 25 e lunedì 26 febbraio alla Scuola Grande di San Giovanni Evangelista; e per celebrare la decima edizione della manifestazione, è stato scelto il tema La Cucina del Senza.
In contemporanea al Congresso di Alta Cucina si svolgeranno le due esposizioni di eccellenze italiane: I Magnifici Vini, dedicato a una selezione di cantine rappresentative di quattro terroir – mare, montagna, pianura e collina – e in cui si potranno assaggiare vini selezionati soprattutto in funzione delle storie delle donne e degli uomini che li producono; e Seduzioni di Gola, occasione speciale per scoprire prodotti agroalimentari di altissima qualità. La Cucina del Senza sarà protagonista con dei menu particolari nei ristoranti, nelle osterie, nei bacari e in alcuni hotel veneziani che aderiranno all’evento con Fuori di Gusto.
in contemporanea sarà possibile partecipare a I magnifici vini e Seduzioni di gola

“La Cucina del Senza non è senza qualcosa – come ama dire il critico gastronomico mantovano Marcello Coronini, ideatore dell’evento – Il sale aggiunto copre i sapori, non li esalta. Lo zucchero ed i grassi aggiunti anche. Per non dire delle conseguenze sulla salute quando queste tre componenti sono in eccesso”. Una cucina di poco gusto dunque? “Al contrario: la Cucina del Senza è molto più buona di quella Con, perché esalta i sapori naturali degli ingredienti togliendo in contemporanea le aggiunte di sale, grassi e zucchero. Questo significa usare materie prime di grande qualità, guadagnando in gusto e anche in salute”.

Cosa troveremo a Gusto in Scena? Ci saranno i pistacchi di Bronte Dop e le mandorle siciliane, cresciuti ai piedi dell’Etna. Prelibate giardiniere di verdure della campagna vicentina, tagliate a mano, con frutta e spezie per accostamenti sorprendenti. Dal paese più alto della Sardegna, Fonni sul Gennargentu, dove i frutteti fioriscono a mille metri sul livello del mare e non sono trattati chimicamente, arrivano le confetture di mele autoctone Trempa urruvia. E poi le chiocciole gastronomiche, allevate libere in un orto naturale gigante di ventimila metri quadri nella Lomellina.

In questa edizione 2018, le masterclass degli chef e pasticcieri, realizzeranno ricette del Senza con l’uso particolare delle spezie, che esaltano il gusto delle pietanze con la loro aromaticità e sono ricche di proprietà benefiche per la salute. Come il vino, anche le spezie assumono caratteristiche e aromi in base al terreno e alle condizioni climatiche dell’ambiente in cui crescono, arrivando a centinaia di varianti possibili per ogni tipologia. Così la vaniglia messicana, una varietà di orchidea di cui si usano i baccelli, è diversa da quella di Tahiti, da quella del Madagascar e da quella dell’Indonesia. Lo zafferano – che costa dai 26 ai 30 euro al grammo – è la spezia forse più costosa al mondo e, per questo spesso la si trova in vendita miscelata e non pura. Riconoscere la qualità delle spezie, saperle conservare, usarle in modo da non disperderne le caratteristiche olfattive e nutrizionali, è la nuova interessante sfida per Gusto in Scena 2018.

La manifestazione sarà accessibile per entrambi i giorni dalle 11.00 alle ore 19.00. L’ingresso a Gusto in Scena per accedere a I Magnifici vini e a Seduzioni di Gola costa 25 euro per un giorno, mentre per l’intera durata dell’evento il costo è di 40 euro.

19Feb 2018

8:00am-8:00pm

LE MERENDE DI MARZO AL PRINCIPE DI SAVOIA

Foto: Dorchester Collection

Continuano gli appuntamenti con le merende gourmet al Principe di Savoia. Tutti i pomeriggi, dalle ore 14 alle ore 18, un tripudio di golose specialità vi attendono nella Lobby Lounge dell'hotel. A firmare le creazioni dolciarie, il maître pâtissier Beniamino Passannante. Protagoniste fino al 18 marzo, le crêpes declinate in versioni dolci o aromatizzate. Perfette da accompagnare a una bevanda calda o un calice di vino Moscato Passito. Costo: dai 15 ai 20 euro. Per maggiori informazioni, 02.6230.2081 - salotto.HPS@dorchestercollection.com.
Dove: Hotel Principe di Savoia | Sito web

15Feb 2018

8:00am-7:30pm

Salon du Chocolat

Dal 15 al 18 febbraio torna a Milano al MiCo - piazzale Carlo Magno la manifestazione nata in Francia e dedicata al cibo degli dei. Un festival che raduna maitre chocolatier, pasticceri, produttori e tutti gli esperti del settore per promuovere e valorizzare questo prodotto, consumato da molti, ma conosciuto ancora da pochi. L'evento si rivolge a tutti, dai professionisti agli appassionati, ma anche ai principianti che vogliono addentrarsi in questo ambito. Tre giorni alla scoperta dell'intera filiera da cui il cioccolato prende vita, dalla fava al prodotto finale, un weekend goloso per cogliere le diverse sfumature aromatiche e imparare a distinguere un buon prodotto artigianale da uno industriale. Con l'aiuto di grandi professionisti del settore, da Gino Fabbria Davide Comaschi, da Marcello Ferrarini a Luigi Biasetto.
 www.salonduchocolat.it/ita/2018

07Feb 2018

9:00pm-10:00pm

Fruit logistica 2018

Stabilire contatti, consolidare la fiducia e sfruttare le opportunità

3.077 Espositori e oltre 75.000 Visitatori vengono a FRUIT LOGISTICA ogni anno per realizzare pienamente il loro potenziale di business nel settore del commercio internazionale di prodotti freschi quale quello ortofrutticolo e per scrivere la loro personale storia di successo.
FRUIT LOGISTICA ricopre ogni singolo settore commerciale del fresco e offre una panoramica completa su tutte le ultime innovazioni, sui prodotti e servizi ad ogni livello della catena globale della fornitura. Crea quindi eccellenti opportunità di contatto tra i top decision maker ad ogni livello dell'industria.
Dal 7 al 9 febbraio 2018 oltre 3000 aziende provenienti da tutta la catena del valore del fresco, dal global player alla piccola medio impresa, saranno presenti a Berlino. Verrà offerta una panoramica completa su tutto il settore ortofrutticolo:
• Frutta e ortaggi freschi
• Noci e frutta secca
• Materiali per l'imballaggio e sistemi di etichettatura
• Trasporto e sistemi di logistica
• Confezionamento e magazzinaggio
• Stampa e media
• Internet e televisione
• Tecniche di coltivazione e sviluppo varietale
• Serre / tecnologie per serre

Location
Berlin ExpoCenter City und City Cube
Messedamm 22
14055 Berlin

Orario di apertura
ore 9.00-18.00
https://www.fruitlogistica.de/it/

26Jan 2018

9:00pm-10:00pm

Tast of Cormayeur

 

Il Festival degli chef dal 26 al 28 gennaio 2018 si sposta in una delle location più glamour di sempre

Immagina 3 giorni all'insegna dell'alta cucina e del divertimento, 6 grandi chef protagonisti, 1 menu stellare da 24 portate e 3 serate con la migliore musica e dj set ...

Questo e molto altro ti aspetta a #tasteofcourmayeur la prima festa gourmet "after-ski" ad alta quota!
Di giorno, tutti coloro che non saranno impegnati sulle piste, vivranno un Festival gastronomico ricco di attività didattiche e divertenti che spazieranno da laboratori di cioccolato a scuole di cucina, da lezioni di mixology a degustazioni di tè e tisane e ovviamente ampio spazio verrà dato al vino in tutte le sue sfumature, profumi e aromi.

Sabato 27/1 e Domenica 28/1
Dalle ore 12:00 alle ore ore 16:00
Di sera, le attività della sessione diurna lasceranno spazio al puro intrattenimento: le luci si abbasseranno e prenderà vita una vera e propria festa sul ghiaccio.
Potrai gustare le creazioni dei nostri chef e scegliere tra una selezione dei migliori vini e i cocktail più particolari, il tutto nella “calda” atmosfera del Palazzetto del ghiaccio.

Venerdì 26/1, Sabato 27/1 e Domenica 28/1
Dalle ore 18:30 alle ore 00:00
https://www.tasteofcourmayeur.it/

20Jan 2018

9:00am-6:00pm

Sigep 20-24 gennaio 2018

39° Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè
Sigep, giunta alla XXXIX edizione, è la fiera internazionale leader indiscussa nei settori della gelateria, pasticceria, panificazione artigianali e caffè. È dedicata esclusivamente ad operatori professionali di tutto il mondo.

TUTTI I SETTORI MERCEOLOGICI a Sigep
Una rassegna straordinaria che anticipa tendenze ed innovazioni delle 4 filiere in quanto a materie prime, ingredienti, impianti e attrezzature, arredamento e servizi. È uno show che premia le eccellenze mondiali, presenta nuovi format; sviluppa il networking internazionale e fa crescere il business
Live show ed EVENTI
Sigep è uno show mondiale che premia i talenti, investe sulle giovani generazioni, porta l’eccellenza italiana nel mondo e l’eccellenza mondiale in Italia. È qui che si volgono i campionati più attesi dai professionisti. Quale esempio: La Coppa del Mondo della Gelateria e i Challenge per la gelateria, il Campionato Mondiale di Pasticceria Femminile The Pastry Queen, il Campionato Italiano Seniores; The Star of Chocolate tra gli eventi del cioccolato, e i Campionati italiani baristi dedicati al caffè e per il settore panificazione.
TUTTO IL MONDO a Sigep

Le relazioni internazionali sono garantite da una rete di collaboratori che coinvolge  40 paesi.
Per connettere al meglio domanda e offerta, già da anni, è attivo il progetto Top Buyer da Cinque Continenti, che permette a espositori e buyer stranieri di definire l’agenda degli incontri da sviluppare in fiera.

29Apr 2018

-

SAPORI TICINO | MAGGIO 2018

S.Pellegrino Sapori Ticino, il celebre festival svizzero dedicato all'alta cucina, torna con un'importante serie di cene sul lago anche quest'anno, dal 29 aprile al 17 giugno 2018. Focus dell'edizione 2018 i sapori del mondo e maggio si apre con un appuntamento di quelli imperidibili, parola di fine dining lovers. Ad aprire la serie di cene e appuntamenti del mese, il 5-6 maggio previste due serate speciali in cui Gaggan Anand, detentore del primato assoluto sul podio degli Asia's 50 Best Restaurants cucinerà a quattro mani con il resident chef del Seven Lugano Claudio Bollini. Volete scoprire quali sono gli altri appuntamenti del mese di maggio?
Qui trovate maggiori informazioni.

10May 2018

-

TASTE OF MILANO | 10-13 MAGGIO 2018

Quattro giorni, 12 chef, tanttissimi appuntamenti: è Taste of Milano, l'appuntamento culinario che anche quest'anno ritorna ad animare Milano a suon di spadellate e fuochi bollent

Quattro giorni, 12 chef, tanttissimi appuntamenti: è Taste of Milano, l'appuntamento culinario che anche quest'anno ritorna ad animare Milano a suon di spadellate e fuochi bollenti. Headquarter della manifestazione The Mall, dove chef collaudati e giovani promesse della cucina italiana vi stupiranno con le loro proposte, fresche e originali. Scegliete il vostro ristorante preferito tra i 12 proposti e bon appétit!
Qui trovate maggiori informazioni.