I Vitelloni Piemontesi della Coscia IGP designa le carni ottenute dalla macellazione di bovini maschi e femmine di razza Piemontese iscritti al relativo Libro Genealogico, o figli di genitori entrambi iscritti al Libro Genealogico, di età superiore a 12 mesi, allevati e ingrassati, dallo svezzamento alla macellazione, nella zona di produzione.

Aspetto e sapore

Il peso a freddo delle carcasse dei Vitelloni Piemontesi della Coscia IGP deve essere superiore a: 360 kg per la categoria A; 260 Kg per la categoria E; 320 kg per la categoria C. La resa alla macellazione deve essere superiore uguale al 62 % per i maschi e superiore uguale al 59 % per le femmine e i castrati. Il periodo di frollatura dovrà essere minimo di 4 giorni a partire dalla data di macellazione ed il pH delle carcasse a 24 ore dalla macellazione deve essere inferiore a 6. Il colore della carne varia dal rosato al rosso chiaro brillante.

Zona di produzione

La zona di produzione dei Vitelloni Piemontese della Coscia IGP si estende nelle province di Alessandria, Asti, Cuneo e Torino e in alcuni comuni delle province di Biella, Novara e Vercelli nella regione Piemonte e in alcuni comuni delle province di Imperia e Savona nella regione Liguria.

Commercializzazione

I Vitelloni Piemontesi della Coscia IGP vengono venduti secondo la «tabella comunitaria di classificazione delle carcasse bovine». Categorie: A carcasse di giovani animali maschi non castrati di età inferiore a 24 mesi; C carcasse di animali maschi castrati; carcasse di altri animali femmine.

Translate »