“Più che semplicemente un’azienda, è casa; è quindi una famiglia dedita al lavoro ed alla venerazione e coltivazione della nocciola”. Sergio ci racconta la sua Bericocchi, situata ai piedi del Monte Cimino, cima più alta della catena dell’ Antiappennino laziale dei Cimini e di tutto il Viterbese.

Quando e perché nasce l’azienda agricola Bericocchi?

La nostra azienda nasce dall’evoluzione di un’agricoltura di sussistenza familiare che esisteva già negli anni 60; poi, dall’evoluzione di quest’azienda, ci siamo specializzati nella produzione di nocciole.

Mio padre lasciò il proprio lavoro per dedicarsi anima e cuore a questa produzione.

Potete parlarci del vostro prodotto e delle sue caratteristiche?

La nostra nocciola è la tonda gentile romana: tonda gentile per via della forma tondeggiante, molto dolce rispetto alle classiche nocciole. Ha una pelabilità particolare, poiché alla tostatura non si toglie il perisperma, quindi il carattere distintivo è la poca pelabilità. E’ una nocciola di buon calibro, abbastanza grande, ben definita.

La sua applicazione può variare dal dolce al salato, e viene largamente usata in pasticceria. Si tratta di una Cultivar autoctona del territorio.

Con essa si producono solitamente semilavorati, granelle, pasta di nocciola, creme spalmabili. Esiste anche un nuovo trend alimentare che vede l’applicazione della nocciola cruda in molte diete, poiché ricca di antiossidanti e proprietà nutritive.

Quando qualcuno viene a visitare la vostra azienda, cosa si dovrebbe aspettare?

Più che semplicemente un’azienda, è casa; è quindi una famiglia dedita al lavoro ed alla venerazione e coltivazione della nocciola. Seguiamo la produzione tutti insieme, sia in campo che in laboratorio, con attenzione ai minimi particolari.

Da quanto tempo siete BIO, e cosa ha significato questo passaggio per voi?

C’è stato un passaggio nei primi anni 2000. Siamo sempre stati attenti al rispetto del territorio, poiché esso è anche la nostra casa. Volevamo dunque portare questo rispetto sul prodotto, il che è per noi un valore aggiuntivo ad una produzione già d’eccellenza.

Il rispetto verso l’ambiente è uno degli aspetti a cui teniamo maggiormente. In che modo mettete in atto questo concetto nel quotidiano?

Siamo fieri di aver annullato completamente l’uso di qualsiasi sostanza chimica. Rispettiamo le buone pratiche agricole, i tempi di lavorazione e raccolta, innovando, ma mantenendo le buone pratiche del passato, senza alcuna forzatura sull’ambiente che ci circonda.