L’olio extravergine di oliva Garda DOP si riferisce all’olio ottenuto dai frutti dell’olivo delle varietà Casaliva, Frantoio, Leccino e Pendolino. La denominazione deve essere accompagnata da una delle seguenti menzioni geografiche aggiuntive: Bresciano, Orientale e Trentino. Le menzioni si differenziano per l’area di produzione e per la diversa percentuale negli oliveti delle specifiche varietà di olivo.
Metodo di produzione
Le olive vengono raccolte direttamente dalla pianta, manualmente o con mezzi meccanici, entro il 15 gennaio di ogni anno. Le operazioni di oleificazione devono avvenire entro cinque giorni dalla raccolta.
Aspetto e sapore
L’olio extravergine di oliva Garda DOP, eventualmente accompagnato dalle menzioni aggiuntive Orientale o Bresciano, è ottenuto per almeno il 55% dalle varietà Casaliva, Frantoio e Leccino; altre varietà presenti negli oliveti possono concorrere in misura non superiore al 45%. La denominazione accompagnata dalla menzione aggiuntiva Trentino si riferisce invece al prodotto ottenuto per almeno l’80% dalle varietà Casaliva, Frantoio, Leccino e Pendolino; eventuali altre varietà presenti negli oliveti possono concorrere in misura non superiore al 20%. L’olio extravergine di oliva Garda DOP ha colore dal verde al giallo più o meno intensi, odore fruttato più marcato con sensazione erbacea, sapore fruttato con note ben equilibrate di dolce, amaro e piccante.
Zona di produzione
La zona di produzione, trasformazione e confezionamento dell’olio extravergine di oliva Garda DOP ricade: per la menzione Bresciano in 27 comuni della provincia di Brescia, nella regione Lombardia; per la menzione Orientale in 6 comuni della provincia di Mantova e in 19 della provincia di Verona, rispettivamente nelle regioni Lombardia e Veneto; per la menzione Trentino in 11 comuni della provincia di Trento, nella regione Trentino-Alto Adige.
Storia
La coltivazione dell’olivo nell’area di produzione dell’olio extravergine di oliva Garda DOP risale a tempi molto antichi, come testimoniano i ritrovamenti archeologici dell’età del bronzo e di antichi frantoi di epoca romana. L’importanza dell’olivicoltura nell’area è poi confermata da documenti storici di epoche differenti, si trovano infatti citazioni nelle opere letterarie di Catullo, Goethe e D’Annunzio.
Gastronomia
L’olio extravergine di oliva è un alimento facilmente deperibile che necessita di una corretta conservazione per mantenere intatte le sue caratteristiche organolettiche. è dunque opportuno conservarlo in ambienti freschi e al riparo dalla luce, ad una temperatura compresa fra 14 e 18°C, lontano da fonti di calore e da prodotti che emanano particolari odori. è inoltre consigliabile consumarlo entro 4-6 mesi dalla spremitura. Per il suo gusto leggero l’olio extravergine di oliva Garda DOP è ideale come condimento per piatti dal sapore delicato.
Commercializzazione
Il prodotto è immesso in commercio nella tipologia olio extravergine di oliva Garda DOP, accompagnato da una delle menzioni geografiche: Bresciano, Orientale e Trentino. è commercializzato in recipienti di vetro di capacità non superiore a 5 l.
Nota distintiva
L’olio extravergine di oliva Garda DOP si caratterizza per un livello di acidità massima totale che varia fra 0,5-0,6 g per 100 g di olio, a seconda della menzione geografica.

Translate »